Antonio Del Vecchio
02/12/15

Il Ministro Delrio visita il Parco dei Dinosauri e “taglia il nastro” al Centro disabili, a San Marco in Lamis

SAN MARCO IN LAMIS. Visita a tutto campo del Ministro Graziano Delrio, a San Marco in Lamis. Per prima cosa ha voluto dare con la sua autorevole presenza il suo pieno riconoscimento e plauso al Parco Paleontologico dei Dinosauri di  Borgo Celano, inaugurato, come noto, l’altra mattinata con una affollata partecipazione di autorità, esperti e associazioni.

Tutto è accaduto alle ore 17.00 in punto, con l’arrivo alla spicciolata di tutte le autorità istituzionali e politiche della Capitanata e della Puglia, a cominciare dagli assessori regionali Salvatore Negro e Leo Di Gioia, in rappresentanza del Presidente Michele Emiliano, i consiglieri regionali Napi Cera e Pino Lonigro. Quindi, a seguire i sindaci e le rappresentanze amministrative della maggior parte dei centri garganici, le associazioni e quanti altri attirati con il passaparola. Ad accoglierli i padroni di casa, con il sindaco on. Angelo Cera in testa, accompagnato da tutto il suo staff tecnico-politico e dai “ragazzi” del Gruppo Speleologico “Montenero”, nonché una schiera di giornalisti della carta stampata e Tv delle principali testate pugliesi e locali. A conclusione della visita al Parco dei Dinosauri e alle annesse  strutture museali, si sono susseguiti due brevi interventi. Angelo Cera, ha “raccontato” all’ospite tutti i travagli trascorsi per addivenire all’importante opera. Uno sforzo di volontà comune tra Comune, Parco del Gargano e Regione, che ha permesso nei tempi stabiliti di accedere ai finanziamenti Europei, di produrre i progetti esecutivi, di appaltare i lavori e di realizzare l’opera in parola. Dal canto suo, il Ministro Delrio, si è compiaciuto dell’operato degli amministratori, soffermandosi sulle iniziative legislative in atto di riforma  per abbattere, una volta per sempre, sia i tempi morti sia le altre negatività che ancora esistono nel campo delle opere pubbliche e negli appalti, con l’avvento di procedure sempre più trasparenti e controllabili. Dopo con lo stesso metodo della “spicciolata” ci si è spostati nella sottostante città. Precisamente presso la sede dell’I.C. “De Carolis”, dove il Ministro, scortato dal primo cittadino e dagli altri ospiti illustri ed autorità, ha tagliato il rituale  nastro tricolore, inaugurando il Centro diurno per disabili autosufficienti, ubicato nella palazzina Ovest della scuola.  Dopo di che il Ministro, unitamente agli altri ospiti esterni, si sono accommiatati, andando via  alla “spicciolata”, così come erano venuti.

N.B. Nella foto:  il sindaco di Rignano G., Vito Di Carlo, parla di Grotta Paglicci (sito paleolitico di fama mondiale) al Ministro Delrio.  

Letto 531 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)
Antonio Del Vecchio

Già funzionario della Regione Puglia in campo culturale, giornalista e pubblicista. Ha diretto vari periodici con scritti a carattere politico e socio – culturale, tra Bari, Foggia e rispettive province.

Dal 1979 ha collaborato e collabora con testate, anche digitali, quali La Gazzetta del Mezzogiorno, l’Attacco, Garganopress, Sanmarcoinlamis.eu, Rignanonews.com.

E’ autore e curatore di parecchi volumi sui beni culturali, sulla storia locale, sull’emigrazione e sulle tradizioni di Rignano, del Gargano, della Puglia e dell'Italia.