Antonio Del Vecchio
11/10/15

Dal 17 al 18 Ottobre torna l'esposizione internazionale Felina 2015, a Bari

Dopo l’avvelenamento di cani e gatti sul Gargano ed altrove, ecco finalmente  una bella  notizia per gli amanti  delle  quattro zampe. In particolare, la stessa  riguarda l’ultima specie, parimenti vicina ed apprezzata dall’uomo. Il riferimento è alla IV esposizione internazionale felina, in programma, a Bari dal 17 al 18 ottobre, di cui pubblichiamo volentieri di seguito il comunicato stampa pervenutoci da parte degli organizzatori dell’importante rassegna.

Tanto al fine non solo di soddisfare la voglia di sapere dei nostri lettori, quanto di consolare tutti coloro che nelle settimane scorse hanno perso un loro amico con il succitato e sadico sistema, convincendoli che nel mondo che viviamo non tutto è buio, ma ci sono anche compagni di viaggio sensibili al tema. <<…Si rinnova l’appuntamento pugliese con i gatti più belli del mondo. Durante la kermesse sarà presentata anche al pubblico la razza il "Norvegese delle Foreste", il gigante buono che viene dal freddo Nord. Bari, 10 ottobre 2015 - È giunta alla quarta edizione l’Esposizione Internazionale Felina di Bari. Sabato 17 Ottobre e Domenica 18 Ottobre il PalaFlorio ospiterà più di 300 gatti di razza e non. Un weekend durante il quale si potranno ammirare i piccoli felini di casa più belli del mondo. Affascinante, carismatico, ma anche dolce e affettuoso, re indiscusso di casa, il gatto è uno dei protagonisti assoluti nella vita di molte famiglie italiane (si stimano circa 7,4 milioni di gatti in Italia). Sua maestà il gatto è uno dei migliori amici dell’uomo: si affeziona alla casa e alle persone che vi abitano. Tra gli oltre 60 milioni di italiani che hanno un animale domestico, il 49,7 % delle famiglie possiede uno o più felini in casa propria. I gatti sono talmente tanto amati in Italia che anche da noi iniziano a nascere i primi locali a loro dedicati in città come Torino e Milano. Felina Bari è organizzata dal Club ’94 sotto l’egida dell’ANFI (Associazione Nazionale Felina Italiana - unica Associazione riconosciuta e autorizzata dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali alla gestione del Libro Genealogico del gatto di razza pregiata) e della FIFe (Federazione Internazionale Felina) e vedrà riuniti allevatori, proprietari e gattofili che, oltre ad ammirare splendidi Campioni nazionali ed internazionali, potranno trovare tutto quello che serve al benessere del loro amico fino ad un’ampia gamma di oggettistica ispirata al gatto. Una kermesse di due giorni tutta dedicata al sorprendente universo dei gatti: non solo eleganti Persiani, affascinanti Sacri di Birmania, giganti Maine Coon, leggendari Norvegesi delle Foreste, imponenti Siberiani, teneri British, ma anche gatti riccioluti come il Selkirk Rex e gatti nudi, gli Sphynx, insieme a tante altre razze, saranno giudicati da una giuria internazionale per eleggere i gatti più belli. Potranno gareggiare nella categoria “gatti di casa” tutti i gatti senza pedigree, amatissimi compagni di vita. Oltre al normale concorso di bellezza, Sabato 17 Ottobre si svolgerà la III edizione del Red Show, speciale gatti rossi, crema & tartarugati di tutte le razze mentre Domenica 18 Ottobre sarà la volta del Norvegese delle Foreste, il gigante buono che viene dal freddo Nord, con presentazione della razza al pubblico. Con il Patrocinio del Comune di Bari, della Città Metropolitana di Bari e della Regione Puglia Orario di apertura al pubblico: Sabato 17 e Domenica 18 Ottobre dalle 10.00 alle 19.00 Biglietti d’ingresso: Intero Euro 7,00 - Ridotto Euro 5,00 (bambini da 6 a 10 anni e over 65) Gratuito per bambini fino a 5 anni, soci ANFI e disabili Per ulteriori informazioni sull'esposizione Felina Bari 2015 visitare i siti web www.club94.it/felinabari e www.facebook.com/felinabari >>.

 

Letto 556 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)
Antonio Del Vecchio

Già funzionario della Regione Puglia in campo culturale, giornalista e pubblicista. Ha diretto vari periodici con scritti a carattere politico e socio – culturale, tra Bari, Foggia e rispettive province.

Dal 1979 ha collaborato e collabora con testate, anche digitali, quali La Gazzetta del Mezzogiorno, l’Attacco, Garganopress, Sanmarcoinlamis.eu, Rignanonews.com.

E’ autore e curatore di parecchi volumi sui beni culturali, sulla storia locale, sull’emigrazione e sulle tradizioni di Rignano, del Gargano, della Puglia e dell'Italia.