L'editoriale

L'editoriale (8)

Chi fotte il pubblico fotte anche il privato...

RIGNANO GARGANICO. E’ da un po’ che non intervengo nelle questioni che riguardano il mio piccolo paesello. Ma mio malgrado torno a scrivere per commentare un fatto di cronaca che riguarda un uomo pubblico del più piccolo comune del Parco Nazionale del Gargano, un "quaqquaraquà" che si è prima fatto notare per aver alienato beni di proprietà dei rignanesi senza riceverne indietro le dovute spettanze di legge, oggi invece sembrerebbe esser riuscito ad alienare i beni di una intera stirpe familiare, circuendo, almeno così si dice, le volontà di una povera vecchietta che aveva solo bisogno di affetto e assistenza.

Robin Williams e la sua depressione, si poteva salvare dal male intestino? Fonte: www.nurse24.it

WASHINGTON (USA). Ormai l'attore Robin Williams, 63 anni, non c'è più, portato via probabilmente dal male intestino che lo ha logorato lentamente, spingendolo al gesto estremo. Il simbolo per molti giovani e adulti moderni, colui che insegnò al mondo intero l'euforia per "l'attimo fuggente", è stato trovato morto suicida nella sua casa di Tiburon, in California.

Il Saracino incompreso e la politica miope della vecchia/nuova classe dirigente, costruiamo tutti assieme una Grande Rignano

RIGNANO GARGANICO. Quando i giochi si fanno duri i duri scendono in campo. E' il caso di Nicola Saracino che ha lanciato la proposta di istituire una consulta istituzionale per il rilancio di Rignano Garganico. In pochi hanno capito, gli addetti ai lavori hanno glissato, gli avversari dell'Amministrazione in carica hanno attaccato. E' la politica che non cambia, è la politica che veste giovane ma dentro resta ancora vecchia.

Auguri per un felicissimo 2014 a tutti i lettori di Rignanonews.com

RIGNANO GARGANICO. Arriva il 2014 e si spera in un anno meno mero per i cittadini rignanesi in sede e fuori sede. E' stato un 2013 da "annata nera", ma da buoni garganici e perfetti donne e uomini del Sud non possiamo arrenderci e dobbiamo sperare in un futuro decisamente più roseo.

Dal 2014 un Presepe Vivente che sia veramente di tutti i Rignanesi, recuperiamo le menti eccelse che hanno abbandonato l'evento

RIGNANO GARGANICO. Tutti gli artisti, i letterati, i giornalisti e gli studiosi rignanesi si sono allontanati dal Presepe Vivente e questo non è un bene. Dal 2014 come Circolo Culturale "Giulio Ricci" inviteremo il sindaco Vito Di Carlo e il presidente dell'Associazione presepistica Luciano Draisci a ripensare all'eventualità di richiamare "alle armi" le menti rignanesi più eccelse, che tanto stanno facendo bene fuori sede e che oggi per questioni che non stiamo qui a spiegare si sono allontanati dal paese natio, col cuore infranto e con tanta nostalgia per i bei tempi rosei che furono.

Auguri di un Buon Natale a tutti i lettori di RignanoNews.com

Il direttore Angelo Del Vecchio e il vice-direttore Antonio Del Vecchio, congiuntamente alla Redazione e a tutti i soci del Circolo Culturale Giulio Ricci augurano a tutti i lettori di RignanoNews.com un felicissimo Natale. Si spera di essere tutti più buoni e di pensare alla necessaria rinascita culturale e sociale del più piccolo Comune del Parco Nazionale del Gargano.

Il commercio del corpo: ruolo, etimologia, significato

RIGNANO GARGANICO. I fatti di cronaca delle ultime settimane hanno bombardato le orecchie dei fruitori di giornali e telegiornali con parole come squillo, prostituta, escort, ecc. Questi termini che, tra l’altro, sono tutti sinonimi, hanno, nel significato, un senso comune che esprime una situazione di disagio e di povertà sia morale che economica. Molte delle parole solitamente adoperate per indicare l’atto della prostituzione, infatti, hanno in sé una radice che indica, a seconda dei casi, l’azione del commercio, della vendita e dell’esposizione sul mercato.

La battaglia dei vinti e dei vincenti, pari sono. A perir sono sempre i rignanesi...

Come volevasi dimostrare. All'ultimo Consiglio Comunale vecchi e nuovi "dinosauri" della politica se la danno di sana ragione, mentre a rimetterci ancora una volta sono i rignanesi meno abbienti e coloro che a stento riescono a raggiungere con stipendi e pensioni la fine del mese. L'opposizione chiede la convocazione della massima assise pubblica, il sindaco Vito Di Carlo la convoca con una velocità mai vista prima.