Antonio Del Vecchio
30/07/15

Strade cittadine e aree di verde pubblico rimesse a nuovo a Rignano Garganico

Rignano G.Lavori in corso in Via Renato Guttuso Rignano G.Lavori in corso in Via Renato Guttuso

RIGNANO GARGANICO. Nuovo look per alcune importanti strade urbane  di Rignano Garganico. Da alcuni giorni, infatti, sono in corso  lavori di ripavimentazione e di rifacimento del manto stradale I lavori per un totale di 40 mila euro sono stati appaltati, tramite apposita gara, dall’Amministrazione Comunale alla ditta Pinto.

Le vie interessate sono: Via don Bosco, Via Kennedy e relative vie laterali (arterie che oltre alla zona residenziale, servono pure l’unica sede scolastica comprensiva). C’è poi, Via Tommaso Fiore, dove insiste l’area artigianale. Infine, ci sono Via Renato Guttuso ed adiacenze. Un intervento radicale, quest’ultimo, atteso da anni, che  dovrebbe eliminare una volta per sempre il malumore di pedoni ed automobilisti. Della stessa se ne servono non sogli gli abitanti di uno dei quartieri più popolosi della cittadina, ma anche gli automobilisti di passaggio, in quanto l’arteria, che abbraccia gran parte della panoramica Est, costituisce uno svincolo importante per il traffico che s’immette sulla SP 22 per la vicina San Marco in Lamis. Contestualmente sono in atto interventi di manutenzione straordinaria di ripristino e miglioramento delle aree di verde pubblico nei dintorni. Trattandosi di interventi, oltre che di funzione, anche di abbellimento, negli ambienti comunali spira e si respira  aria di grande e diffusa euforia. Ad essere contagiati sono soprattutto il sindaco Vito Di Carlo e il giovane assessore al ramo Giosuè Del Vecchio. Quest’ultimo al riguardo ha dichiarato: “ L’intervento si è reso indispensabile e necessario, non solo per migliorare la viabilità cittadina, erosa e corrosa dall’usura del tempo e dalle intemperie, ma anche per rendere agevole ed appetibile la visita ai turisti e ai visitatori che nelle prossime settimane arriveranno numerosi in paese, sia per ammirare i reperti paleolitici di Grotta Paglicci al Museo, sia per apprezzare l’immenso panorama che si gode dalla Ripa, il contiguo e ben conservato Centro storico di origine medioevale, sia per gustare la nostra variegata gastronomia nel corso delle tante sagre che si succederanno giorno dopo giorno tra qualche settimana: capra cotta, musciska, cinghiale, ecc.”.  A quanto si appreso, infine, in un futuro prossimo si penserà anche  al bitume anti-rumore e alla realizzazione dei dossi da mettere nei punti strategici delle strade di accesso al paese. Tanto per regolarizzare meglio il traffico e soprattutto per dare sicurezza ai pedoni.   

 

Letto 784 volte Ultima modifica il Giovedì, 30 Luglio 2015 07:23
Vota questo articolo
(0 Voti)
Antonio Del Vecchio

Già funzionario della Regione Puglia in campo culturale, giornalista e pubblicista. Ha diretto vari periodici con scritti a carattere politico e socio – culturale, tra Bari, Foggia e rispettive province.

Dal 1979 ha collaborato e collabora con testate, anche digitali, quali La Gazzetta del Mezzogiorno, l’Attacco, Garganopress, Sanmarcoinlamis.eu, Rignanonews.com.

E’ autore e curatore di parecchi volumi sui beni culturali, sulla storia locale, sull’emigrazione e sulle tradizioni di Rignano, del Gargano, della Puglia e dell'Italia.