Antonio Del Vecchio
20/06/15

Approntata la sede per la Protezione Civile “A.V.E.A.” ad Apricena. Sarà l’ex macello.

APRICENA – Torna completamente a disposizione della Cittadinanza l’ex Macello Pubblico, situao a in via Italia, all’ingresso di Apricena. La struttura, recuperata e riqualificata, sarà la casa dell’associazione di Protezione Civile A.V.E.A. Prociv – A.r.c.i. “Michelangelo Bevere”.

Sono stati proprio i volontari A.V.E.A., con il supporto dell’Amministrazione Comunale e l’aiuto di imprenditori locali, a rimettere a nuovo l’ex Macello, che diventa a tutti gli effetti il loro centro di coordinamento. “Siamo veramente orgogliosi del lavoro svolto dall’A.v.e.a. che, con il nostro contributo e grazie anche alla generosità di diversi imprenditori, ha recuperato in poco tempo una struttura che, a causa dell’abbandono, era diventata fatiscente e pericolante”, spiegano il Sindaco Antonio Potenza e l’Assessore alla Protezione Civile Giuseppe Solimando. “In questa maniera – proseguono i due Amministratori – diamo seguito alla nostra politica di recupero degli immobili comunali in disuso. Costruzioni in passato abbandonate che tornano funzionanti senza spese per la Collettività”. “Il recupero dell’ex Macello – va avanti Solimando – arriva dopo la riconversione, tra l’altro, dell’ex Tribunale di Apricena che, dopo la chiusura delle sedi giudiziarie disposta dal Governo Monti, era in statodi abbandono. In quella sede abbiamo trasferito la Polizia Municipale e le altre associazioni di Protezione Civile che, insieme all’A.V.E.A., collaborano quotidianamente con le Forze dell’Ordine, secondo le loro competenze stabilite in apposite convenzioni stipulate con il Comune di Apricena”. “Vogliamo ringraziare l’A.V.E.A. nella persona del Presidente Vincenzo Legge, della Segretaria Enrichetta Fioritti e tutti gli iscritti, per il grande lavoro che hanno svolto per ridare alla nostra Città una struttura rinnovata e funzionale. E soprattutto – concludono – li ringraziamo per la collaborazione che quotidianamente donano, da volontari, insieme alle altre forze presenti ad Apricena, per la tutela e la salvaguardia del nostro territorio”.

Letto 553 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)
Antonio Del Vecchio

Già funzionario della Regione Puglia in campo culturale, giornalista e pubblicista. Ha diretto vari periodici con scritti a carattere politico e socio – culturale, tra Bari, Foggia e rispettive province.

Dal 1979 ha collaborato e collabora con testate, anche digitali, quali La Gazzetta del Mezzogiorno, l’Attacco, Garganopress, Sanmarcoinlamis.eu, Rignanonews.com.

E’ autore e curatore di parecchi volumi sui beni culturali, sulla storia locale, sull’emigrazione e sulle tradizioni di Rignano, del Gargano, della Puglia e dell'Italia.