Antonio Del Vecchio
02/06/15

Leo Di Gioia “festeggiato” per il successo di lista e di preferenze, a Rignano Garganico

RIGNANO GARGANICO. È l’ora degli auguri e dei ringraziamenti! Il riferimento è ai sostenitori e  ai consiglieri regionali pugliesi eletti nella tornata elettorale ultima. A sventolare per primo i propri sentimenti è stato Leonardo Di Gioia, primo eletto a Rignano Garganico nella lista “Emiliano Sindaco di Puglia” la più suffragata di tutte per il suo 40% circa sui voti validi complessivi, dei quali,  il 22% circa attribuiti appunto al Di Gioia.

Lo ha fatto con un succoso manifesto – Gazebo,  affisso davanti alla sede del Movimento, ubicata al n° 41 della centralissima e frequentata Via Roma. Ecco il testo: L’assessore regionale Leonardo Di Gioia ringrazia Rignano e i Rignanesi per il 59% delle preferenze ricevute sulla lista “Emiliano Sindaco di Puglia. Grazie Rignano!”. Come noto, le restanti liste seguono in percentuale con notevole distacco: Forza Italia (14,33%); PD (13,04%); “I Popolari” (8,40%); “Movimento cinque stelle” ( 6,2);  “Noi a Sinistra per la Puglia” (6,13%); “Movimento pro Schittulli – Area popolare (3,85%); “La Puglia per Emiliano” ( 2,33%); “Noi con Salvini” (2,17%); “L’altra Puglia (1,38%); “Partito Comunista” (0,79); Fratelli d’Italia (0,79%); Popolari per l’Italia(0,30%); “Oltre Fitto” (3, 30%); Puglia Nazionale”(0,30%). “Partito di Alternativa Comunista “(020%); “Federazione Verdi”(030%); “Pensionati (020%). I voti complessivi sono stati 1054 su un totale di Elettori iscritto di 1965 pari al 53, 24%). Al riguardo, l’assessore comunale, Giosuè Del Vecchio, suo indiscusso “pupillo” a livello locale, a nome e per conto degli altri sostenitori della maggioranza amministrativa di Vito Di Carlo, ha dichiarato: << Siamo contenti di aver contribuito a rieleggere e a mandare in Via Capruzzi a Bari, “una faccia pulita e sincera” che sicuramente continuerà a fare gli interessi dell’intera Capitanata e della Puglia, a prescindere da ogni schieramento di parte. La sua sincerità e vicinanza agli agricoltori e al paese l’abbiamo apprezzata soprattutto nei momenti tristi, come l’alluvione di settembre 2014. Grazie a lui, dunque, e speriamo bene per la soluzione dei restanti problemi che affliggono il nostro territorio (agri-industria, infrastrutture di bonifica e stradali, abbellimento del centro storico e della zona panoramica, rilancio del Museo e sito Paleolitico di Grotta Paglicci, centri socio-sanitari residenziali, ecc. Insomma – ha concluso il nostro interlocutore – vogliamo promuovere e sviluppare tutte le nostre suscettibilità e risorse a favore non solo della piena occupazione della collettività locale, ma anche dei paesi vicini e del Gargano>>.    

 

 

Letto 919 volte Ultima modifica il Martedì, 02 Giugno 2015 13:22
Vota questo articolo
(0 Voti)
Antonio Del Vecchio

Già funzionario della Regione Puglia in campo culturale, giornalista e pubblicista. Ha diretto vari periodici con scritti a carattere politico e socio – culturale, tra Bari, Foggia e rispettive province.

Dal 1979 ha collaborato e collabora con testate, anche digitali, quali La Gazzetta del Mezzogiorno, l’Attacco, Garganopress, Sanmarcoinlamis.eu, Rignanonews.com.

E’ autore e curatore di parecchi volumi sui beni culturali, sulla storia locale, sull’emigrazione e sulle tradizioni di Rignano, del Gargano, della Puglia e dell'Italia.