Antonio Del Vecchio
11/05/15

Sequestro reperti archeologici: L’assessore Torelli, ne propone la custodia nel Museo Civico di Apricena

APRICENA - “Faremo tutto quanto nelle nostre competenze per chiedere alla Soprintendenza dei Beni Archeologici la possibilità di custodire nel nostro Museo Civico i reperti sequestrati a privati nelle scorse ore”.

Con queste parole l’Assessore alla Cultura Anna Maria Torelli annuncia le intenzioni dell’Amministrazione Comunale di Apricena, decisa a portare nel Palazzo della Cultura gli importanti reperti ritrovati in case di privati e sequestrati dalla Guardia di Finanza di San Severo perché non avevano alcuna autorizzazione della competente soprintendenza.“Voglio ringraziare prima di tutto le Fiamme Gialle per il grande lavoro svolto e le Forze dell’Ordine in generale che in futuro saranno ancora impegnate in questo campo”, aggiunge il Sindaco Antonio Potenza. “Il
nostro territorio è ricco di patrimoni archeologici ancora da recuperare e spesso molte ricchezze vengono sottratte alla Collettività da scavi archeologici abusivi. Beni di un valore inestimabile che vanno ad incrementare un mercato clandestino purtroppo molto diffuso”. “Riteniamo sia doveroso, da Amminstratori – riprende Torelli – fare da tramite con altre Istituzioni, come la Soprintendenza, per poter esporre in futuro quei reperti nel nostro Museo Civico, che già ospita manufatti di grande valore artistico risalenti anche a quel periodo. Attendiamo il normale sviluppo della vicenda, ma ci attiveremo subito per chiedere la custodia di questi reperti, specie se verrà provato il loro legame con il nostro territorio”, conclude l’Assessore.

Letto 759 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)
Antonio Del Vecchio

Già funzionario della Regione Puglia in campo culturale, giornalista e pubblicista. Ha diretto vari periodici con scritti a carattere politico e socio – culturale, tra Bari, Foggia e rispettive province.

Dal 1979 ha collaborato e collabora con testate, anche digitali, quali La Gazzetta del Mezzogiorno, l’Attacco, Garganopress, Sanmarcoinlamis.eu, Rignanonews.com.

E’ autore e curatore di parecchi volumi sui beni culturali, sulla storia locale, sull’emigrazione e sulle tradizioni di Rignano, del Gargano, della Puglia e dell'Italia.