Antonio Del Vecchio
11/04/15

Tassa Rifiuti: bolletta abbassata e più rate per i pagamenti, ad Apricena

Apricena. L'assessore Giuseppe Solimando Apricena. L'assessore Giuseppe Solimando

APRICENA. Comune virtuoso?. Abbassata la bolletta sulla raccolta-smaltimento dei rifiuti solidi urbani ad Apricena. Ecco il perché nel comunicato-stampa che segue, pervenutoci in mattinata alla redazione di questa testata digitale.

<< Come anticipato nell’incontro pubblico del 13 marzo scorso a Casa Matteo Salvatore e confermato nell’ultima seduta del Consiglio Comunale dello scorso primo aprile, ad Apricena nel 2015 la bolletta sui rifiuti sarà più bassa rispetto a quelle degli anni precedenti. Per il saldo della Tari (Tassa sui rifiuti) sarà inoltre possibile la rateizzazione in quattro rate. I pagamenti, infatti, si potranno effettuare o in un'unica soluzione entro il 25 aprile, oppure in quattro rate con le seguenti scadenze: 25 aprile 2015, 30 giugno 2015, 30 settembre 2015 e 30 novembre 2015. “Continuiamo a dare risposte concrete con i fatti alla Cittadinanza e a mantenere gli impegni presi”, commenta il Sindaco Antonio Potenza. “Abbassare la tassa sui rifiuti – prosegue – era un obiettivo che ci siamo posti sin dalla fine del 2014, quando abbiamo cambiato il sistema di raccolta dell’immondizia, modificando in maniera sostanziale il calendario e operando una serie di razionalizzazioni sui costi”. “In questi mesi e settimane abbiamo lavorato in maniera costante per perseguire questo scopo, certificato con l'approvazione del Bilancio di previsione lo scorso primo aprile. Arrivare oggi ad abbassare finalmente una tassa ad Apricena, per la prima volta dopo anni – prosegue il Primo Cittadino – ci da grande soddisfazione e ci rende orgogliosi anche dei nostri Concittadini, che hanno compreso l’importanza di fare bene la raccolta differenziata”. “Il risparmio di oggi, infatti – sottolinea l’Assessore all’Igiene Urbana Giuseppe Solimando – è figlio anche di quel 60% di raccolta differenziata sui rifiuti che abbiamo raggiunto e superato nel giro di pochi mesi, grazie al lavoro di tutti. Oggi raccogliamo i primi frutti di questo impegno; su questa strada dobbiamo proseguire perché dal prossimo anno – conclude Solimando – dobbiamo puntare ad un ulteriore abbattimento della tassa”>>.

Letto 899 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)
Antonio Del Vecchio

Già funzionario della Regione Puglia in campo culturale, giornalista e pubblicista. Ha diretto vari periodici con scritti a carattere politico e socio – culturale, tra Bari, Foggia e rispettive province.

Dal 1979 ha collaborato e collabora con testate, anche digitali, quali La Gazzetta del Mezzogiorno, l’Attacco, Garganopress, Sanmarcoinlamis.eu, Rignanonews.com.

E’ autore e curatore di parecchi volumi sui beni culturali, sulla storia locale, sull’emigrazione e sulle tradizioni di Rignano, del Gargano, della Puglia e dell'Italia.