Antonio Del Vecchio
19/03/15

Recuperata la refurtiva rubata al Palazzetto dello Sport di Apricena. Individuati anche i colpevoli

APRICENA – Si gioisce ad Apricena per la recuperata refurtiva, rubata di recente al locale Palazzetto dello Sport. Ne dà notizia lo stesso sindaco Antonio Potenza con una pubblica dichiarazione che riportiamo di seguito:

<<“Grazie ad un grande lavoro sinergico portato avanti dalla nostra Polizia Municipale e la locale stazione dei Carabinieri siamo riusciti a recuperare parte del materiale rubato dal Palazzetto “Martella” e sono già stati individuati i colpevoli. Per questo ringrazio dal profondo del cuore tutti coloro che si sono impegnati per la risoluzione della questione”. Con queste parole il Sindaco Antonio Potenza elogia il grande lavoro di squadra delle Forze dell’Ordine che, in pochi giorni, hanno individuato i responsabili del furto di ferro e altri materiali da alcuni settori del Palazzetto Martella, struttura in cui a breve partiranno i lavori per il completo recupero e riqualificazione. “Purtroppo alcuni facinorosi, che sono stati prontamente fermati, approfittano di questa fase di attesa prima della partenza dei lavori, per compiere atti criminosi. Per fortuna la nostra Polizia Municipale e i Carabinieri di stazione ad Apricena stanno lavorando con grande collaborazione già da mesi con risultati evidenti, come in questa occasione. Per questo voglio ringraziare il Comandante dei Carabinieri Vincenzo Tricarico e il Comandante della Polizia Municipale  Mario Tricarico”. Su Palazzo Martella “a breve partiranno i lavori che in poco tempo riconsegneranno ad Apricena il “Palazzetto dello Sport”. Struttura che, insieme alle altre sportive e non che stiamo riqualificando, contribuirà a dare lustro al nostro patrimonio immobiliare”, conclude il Primo Cittadino>>.

Letto 466 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)
Antonio Del Vecchio

Già funzionario della Regione Puglia in campo culturale, giornalista e pubblicista. Ha diretto vari periodici con scritti a carattere politico e socio – culturale, tra Bari, Foggia e rispettive province.

Dal 1979 ha collaborato e collabora con testate, anche digitali, quali La Gazzetta del Mezzogiorno, l’Attacco, Garganopress, Sanmarcoinlamis.eu, Rignanonews.com.

E’ autore e curatore di parecchi volumi sui beni culturali, sulla storia locale, sull’emigrazione e sulle tradizioni di Rignano, del Gargano, della Puglia e dell'Italia.