Redazione
23/12/13

Antonello Soccio: dico no al trasformismo di Resta e alla disinformazione di Del Priore

Egregio Direttore,

mi permetto, se tu vorrai ospitarmi, di scrivere qualche rigo di commento a quanto sta avvenendo negli ultimi giorni nella politica della nostra beneamata Rignano, e che ritengo assolutamente allucinante.

 

Il consigliere Angelo Resta è passato nelle fila del Partito Democratico. La cosa mi ha lasciato basito, probabilmente ci sarebbe da svenire, se non avessi la necessaria esperienza politica che mi permette ormai di non meravigliarmi più di niente. Si ricordano i cittadini rignanesi delle sue promesse altisonanti, fatte in nome del nuovo movimento Rignano Futura, delle sue parole astiose nei riguardi di tutti i partiti e in particolar modo del responsabile cittadino del PD - almeno sulla carta - Matteo Orlando, ritenuto il maggior colpevole, a suo dire, dello sfascio politico e  amministrativo del più piccolo comune del Gargano?

Ebbene, questo uomo politico (?) così poco raccomandabile è stato accolto dallo stesso Matteo Orlando nel suo gruppo a braccia aperte, senza  provare la benché minima vergogna. Come dire che tutto quello che si è detto o fatto in questi mesi durante e dopo la campagna elettorale è volato via al primo refolo di vento. Il Resta non era quello che parlava di presunte consorterie, di interessi personali, di inciuci vari? Che spiegazione dà a questa porcheria compiuta a discapito di coloro che hanno avuto il folle coraggio di credere in lui e di votarlo?

Chi lo ha accolto, poi, probabilmente deve essere arrivato, come si suol dire, alla frutta, per raccattare uno scarto simile, senza provare neanche a dare una valida giustificazione alla gente. Tutto ciò è vergognoso e ingiustificabile, a meno che non vi siano interessi particolari da tener celati e che, prima o poi, comunque, verranno alla luce.

Veniamo poi ai sedotti e abbandonati, i vari Donato Del Priore, Gino Di Claudio, il ragionier Pietro Bergantino e gli altri della lista Rignano Futura. Al posto loro andrei a nascondermi per la vergogna. Gente di una certa esperienza politica senza la minima capacità di saper scegliere un candidato affidabile. Quante belle riunioni sulla Rignano del futuro, senza capire il tradimento che avevano in casa! Quanti volantini e manifesti carichi d’odio hanno scritto insieme al Resta, per poi rimanere con un pugno di mosche in mano! Costoro, con il cuore spezzato dal traditore, hanno già fondato un nuovo movimento politico, Primavera Rignanese, invece di chiedere scusa ai cittadini per lo sbaglio commesso e stare un po’ alla larga dalla vita politica. Qualcuno, per la precisione l’avvocato Del Priore, si permette dalle colonne di questo sito, di criticare l’operato del segretario cittadino del mio partito, Rifondazione Comunista, Domenico Capuano. Sicuramente ci vuole del coraggio ad andare a sindacare il lavoro altrui, quando si prendono degli abbagli politici grandi come quello di aver sinora sostenuto un aborto politico come Angelo Resta, senza sentirsi in dovere di chiedere scusa pubblicamente a tutti. D’altra parte, questo sedicente coordinatore cittadino di Forza Italia non sa neanche che una valente consigliera comunale, l’amica Viviana Saponiere, aderisce al suo partito e aprirà un circolo Rignano, figuriamoci in che considerazione possa essere tenuto dai suoi vertici provinciali e regionali!

Al suo posto smetterei di pontificare su chicchessia. Gli consiglierei di lasciar perdere il segretario Capuano, al quale va tutta la mia solidarietà e il mio appoggio come segretario provinciale e componente del Comitato Politico Nazionale oltre che come amico e compagno sincero, ma soprattutto gli consiglierei di non nominare a sproposito il Partito della Rifondazione Comunista, se non vorrà confrontarsi direttamente col sottoscritto che, fortunatamente, non è fatto della stessa pasta di Angelo Resta e sua!

Per finire, consentimi, caro Direttore, di fare un appello ai carissimi cittadini di Rignano, affinché, d’ora in avanti, diffidino di certa gente screditata, per far sì che la nostra bella comunità possa riscattarsi rapidamente dal limbo in cui questi soggetti inaffidabili l’hanno portata. A tutti auguri di Buon Natale e Felice Anno Nuovo.

 

Antonello Soccio

Segretario Provinciale Partito Rifondazione Comunista

FOGGIA

Letto 1385 volte Ultima modifica il Martedì, 24 Dicembre 2013 05:53
Vota questo articolo
(2 Voti)