Antonio Del Vecchio
13/12/14

Pagamento rinviato anche ad Apricena per Imu, Tari e Tasi

APRICENA – Pubblichiamo volentieri il seguente Comunicato pervenutoci dall'Ufficio Stampa del Comune di Apricena : "Il Governo ha deciso di sospendere il pagamento dei tributi locali, IMU, TARI E TASI, in scadenza il prossimo 16 dicembre per i Cittadini di Apricena. 

Alla nostra Città è stato infatti riconosciuto lo stato di calamità naturale, in accoglienza di quanto richiesto dall’Amministrazione Comunale all’indomani dell’alluvione che lo scorso mese di settembre ha colpito diversi centri del Gargano e della Capitanata.“Si tratta di una agevolazione di cui oggi possiamo beneficiare grazie all’impegno di questa Amministrazione che si è mossa sin dalle primissime ore post alluvione”, commenta il Sindaco Antonio Potenza. “Io stesso –aggiunge – ho avuto modo di incontrare il Presidente del Consiglio dei Ministri Matteo Renzi, insieme agli altri Sindaci del Gargano, nella sua visita a Peschici in quei giorni, facendomi da portavoce delle difficoltà del nostro territorio”. “L’otto settembre – prosegue Potenza – ci siamo riuniti in Giunta, chiedendo alla Regione di riconoscere anche al Comune di Apricena lo stato di calamità naturale, visti i danni avuti nelle campagne limitrofe e nel centro abitato (delibera: http://www.comune.apricena.fg.it/mc/mc_attachment.php?x=&mc=8118 ). E poche settimane fa, per sollecitare ulteriormente il Governo ad interessarsi della nostra situazione, ho inviato una lettera a mia firma al Ministero dello Sviluppo Economico per ottenere subito un intervento”. “La sospensione dei tributi comunali è dunque la conclusione di questo iter in cui come Amministrazione Comunale abbiamo fatto tutto quanto nelle nostre possibilità per ottenere delle agevolazioni. Prima di divulgare la notizia alla Cittadinanza abbiamo atteso la pubblicazione del decreto ministeriale, arrivata solo nelle scorse ore, arrivata alcuni giorni dopo la diffusione di un primo comunicato”. “Pur accogliendo con favore questo provvedimento – sottolinea Potenza – vogliamo ricordare ai Cittadini, con trasparenza e onestà intellettuale, che il Governo ha deliberato una sospensione, senza cancellare il pagamento dei tributi per il 2014. E si è riservato, con un secondo decreto, di specificare la data in cui le tasse comunali, tra qualche settimana o mese, dovranno comunque essere versate”, conclude il Primo Cittadino".

Letto 974 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)
Antonio Del Vecchio

Già funzionario della Regione Puglia in campo culturale, giornalista e pubblicista. Ha diretto vari periodici con scritti a carattere politico e socio – culturale, tra Bari, Foggia e rispettive province.

Dal 1979 ha collaborato e collabora con testate, anche digitali, quali La Gazzetta del Mezzogiorno, l’Attacco, Garganopress, Sanmarcoinlamis.eu, Rignanonews.com.

E’ autore e curatore di parecchi volumi sui beni culturali, sulla storia locale, sull’emigrazione e sulle tradizioni di Rignano, del Gargano, della Puglia e dell'Italia.