Antonio Del Vecchio
05/10/14

Grazie ad un’antenna sul Municipio, presto Rignano avrà la copertura di rete Wind - 4 GB

RIGNANO GARGANICO. Presto anche il servizio di collegamento telefonico ed internet  Wind entrerà in funzione a pieno regime, a Rignano Garganico. A darne notizia è il v.sindaco Michele Ciavarella, fortemente interessato all’ammodernamento del sistema tecnologico in paese, rimasto indietro anni luce per le ragioni che si diranno.

A suo dire nell’era del digitale  e della globalizzazione, nessun centro abitato, anche se di consistenza infima come il suo (2300 ab.), può rimanere senza copertura, specie se il suo destino e sviluppo socio-economico sono strettamente legati al turismo culturale ed ambientale. Il riferimento è al sito e museo paleolitico di Grotta Paglicci, di fama internazionale, al suo solido Centro storico di conformazione medievale, ai dolmen di Lamasecca e di Madonna di Cristo, al panorama mozzafiato ad ampio raggio, alla pista di volo libero con deltaplani e parapendio, al dolina di Centopozzi e al resto del paesaggio carsico e antropico  circostante, con le innumerevoli grotte, grave, pagliai in pietra ecc. Non parliamo, poi, delle sue indovinate manifestazioni ben radicate nella tradizione, come il Presepe Vivente, la Sagra della Capra, ecc. Si è appreso che con apposita delibera di Giunta è stato concesso alla Wind  il permesso per l’installazione di una antenna adeguata sul tetto del Municipio, dove sono attive anche le apparecchiature della “3” e di una ditta locale, mentre la Telecom si avvale di altro luogo. Tutto questo, secondo Ciavarella, rafforza il sistema della libera concorrenza e nel contempo garantisce i consumatori, favorendo la libertà di scelta e la riduzione dei costi. La predetta antenna, oltre  a migliorare il video-audio dei telefonini velocizzerà oltre misura il collegamento Internet  con una copertura totale pari a 4 GB. Si è appreso, altresì, che la richiesta Wind è antica, ma che è rimasta finora  inascoltata, nonostante la clientela fosse numerosa e presente in modo massiccio soprattutto nel periodo estivo con il rientro degli emigrati e l’arrivo dei turisti. Insomma, anche questa volta, grazie alla lungimiranza della Giunta Di Carlo, si è rimediato ad un  altro grave errore o dimenticanza, facendo felice con questa ennesima innovazione gli  amministrati, i forestieri e quanti altri quotidianamente passano dal paese per vari motivi ed incombenze.     

Letto 840 volte
Vota questo articolo
(2 Voti)
Antonio Del Vecchio

Già funzionario della Regione Puglia in campo culturale, giornalista e pubblicista. Ha diretto vari periodici con scritti a carattere politico e socio – culturale, tra Bari, Foggia e rispettive province.

Dal 1979 ha collaborato e collabora con testate, anche digitali, quali La Gazzetta del Mezzogiorno, l’Attacco, Garganopress, Sanmarcoinlamis.eu, Rignanonews.com.

E’ autore e curatore di parecchi volumi sui beni culturali, sulla storia locale, sull’emigrazione e sulle tradizioni di Rignano, del Gargano, della Puglia e dell'Italia.