Redazione
20/12/13

A FOGGIA NASCE UNA CENTRALE ELETTRICA A BIOMASSE VEGETALI: INVESTIMENTO DA 60 MILIONI DI EURO, OCCUPAZIONE PER I RIGNANESI?

RIGNANO GARGANICO (Comunicato Stampa). Una centrale elettrica a biomasse vegetali “ a filiera corta” da 13 Mw, in esercizio a fine 2014, a Rignano Scalo. Un investimento di quasi 60 milioni di euro del gruppo francese BELENERGIA. Per questo maxi-investimento la BELENERGIA è entrata in affari con STILO, società controllata dalla famiglia PERCASSI, immobiliaristi di Bergamo (proprietaria della squadra di calcio Atalanta), rilevando il 70% di ENTERRA, la Spa proprietaria sito e titolare dell’Autorizzazione Unica ottenuta, a novembre 2011, dall’Ufficio Energia e Reti Energetiche della Regione Puglia.


I lavori per la Centrale sono al via e riguardano tutta l’area di 20 ettari, un tempo occupata dall’ex-Eridania, poi venduta dai monopoli di stato al gruppo PERCASSI.

 

Il termovalorizzatore utilizzerà come combustibile scarti vegetali che dovranno provenire, almeno per il 40%, entro un raggio di 70 Km dall’impianto.

 

A quello che si dice, l’impianto non brucerà rifiuti urbani, ma solo scarti di lavorazione di prodotti vegetali. Non è un inceneritore e non vi è alcun rischio per l’ambiente.

 

Con occupazione, a regime, nell’impianto, secondo le stime di BELENERGIA e di ENTERRA, di almeno 70 – 80 addetti, diretti e dell’indotto. Il contributo della centrale di Rignano sarà decisivo per tutta la zona, oltre agli utili della stessa Società, ma in termini di occupazione per i paesi limitrofi e viciniori.

 

Rivolgiamo al Sindaco di Rignano Garganico ed alla Giunta di prendere in seria considerazione questo avvenimento che potrebbe, in termini di occupazione, dare spazi occupazionali, ai nostri giovani rignanesi.

 

Che il nostro invito sia di sprono a questa amministrazione nella risoluzione dei problemi sulla occupazione giovanile. Un invito del tutto costruttivo e di collaborazione politica.

 

Comunicato Stampa

Movimento Politico
PRIMAVERA RIGNANESE

Letto 1938 volte Ultima modifica il Venerdì, 20 Dicembre 2013 11:56
Vota questo articolo
(1 Vota)