Antonio Del Vecchio
27/06/14

All’insegna dell’innovazione, un Comitato per la tutela dell’ ambiente e territorio ad Apricena

Il Consigliere delegato Giuseppe Specchiulli Il Consigliere delegato Giuseppe Specchiulli

APRICENA. Continua il nuovo modus vivendi e del concepire  la politica della cosa pubblica, ad Apricena. In tale ottica sarà presto approntato un organo di controllo supplementare, in aiuto alle istituzioni, composto direttamente da Cittadini.

A farlo sapere è un articolato comunicato stampa diffuso in ogni dove dall’apposito ufficio di Palazzo di Città. L’idea costitutiva, fatta propria dall’Amministrazione Comunale, è stata lanciata dal Consigliere delegato all’Ambiente e alla Salute, Giuseppe Specchiulli, primario di radiologia presso il “Masselli” di San Severo, nonché valente e stimato professionista conosciuto in tutto il Promontorio, per aver svolto l’arte di Ippocrate per parecchi anni anche nel nosocomio sammarchese. Si tratta di  un Comitato per la tutela e protezione dell’Ambiente e del Territorio, che sarà composto dai rappresentanti delle associazioni, dei partiti e da singoli Cittadini. Il primo incontro preliminare per l’istituzione del nuovo organismo democratico si terrà il prossimo mercoledì 3 luglio, alle ore 19.00, a Casa Matteo Salvatore.“In questi giorni – afferma il Consigliere Specchiulli – abbiamo consegnato gli inviti a tutti i soggetti che potranno partecipare attivamente alla nascita di un gruppo di lavoro che riteniamo essenziale per il controllo del nostro territorio. Una realtà, purtroppo, sempre più a rischio per la presenza di discariche abusive di rifiuti pericolosi, specie nell’area delle cave”. “Con la nascita del Comitato per la tutela e protezione dell’Ambiente e del Territorio” – continua il nostro interlocutore – “intendiamo in primis responsabilizzare noi stessi e i Cittadini. Solo partendo da noi, dai nostri comportamenti e dall’educazione alla salute, potremmo dare un freno ad un fenomeno che, purtroppo, sta interessando sempre più Apricena. Questo è solo il primo passo, ma in futuro saremo in campo per promuovere altre iniziative volte a salvaguardare la nostra terra. Come, ad esempio, la previsione di un bando per lo smaltimento dell’amianto, ancora esistente in molte case di Apricena”. Sull’argomento interviene anche il Sindaco Antonio Potenza, che spiega che il controllo del territorio spetta a tutti e va fatto dal basso, perché la tutela della salute è un bene collettivo che va salvaguardato ad ogni costo. Ringrazia, poi, il Delegato Specchiulli, per il suo impegno di coinvolgimento della popolazione, “Nell’ottica, come sempre, di condividere e collaborare, insieme, al bene della collettività”

 

 

Letto 728 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)
Antonio Del Vecchio

Già funzionario della Regione Puglia in campo culturale, giornalista e pubblicista. Ha diretto vari periodici con scritti a carattere politico e socio – culturale, tra Bari, Foggia e rispettive province.

Dal 1979 ha collaborato e collabora con testate, anche digitali, quali La Gazzetta del Mezzogiorno, l’Attacco, Garganopress, Sanmarcoinlamis.eu, Rignanonews.com.

E’ autore e curatore di parecchi volumi sui beni culturali, sulla storia locale, sull’emigrazione e sulle tradizioni di Rignano, del Gargano, della Puglia e dell'Italia.