Antonio Del Vecchio
20/06/14

Presto la Raccolta Differenziata potrà funzionare a pieno regime anche a Rignano Garganico

Rignano G. L'assessore Giosuè Del Vecchio Rignano G. L'assessore Giosuè Del Vecchio

 RIGNANO GARGANICO. Sarà potenziata la raccolta differenziata dei rifiuti solidi urbani a Rignano Garganico. A certificarne il percorso risolutivo è stata qualche giorno fa la giunta comunale di Vito Di Carlo su proposta dell’assessore al ramo, Giosuè Del Vecchio (vedi foto).

InfattiLa stessa con apposita deliberazione ha  approvato il relativo progetto esecutivo dei lavori di completamento dell’anzidetto  Centro di raccolta per il costo complessivo di 250.000,00 euro. A quanto si legge in premessa il provvedimento assunto si è reso necessario per poter  partecipare alla procedura “a sportello”, attivata con delibera giuntale n. 729 del 17 aprile c.a. dalla Regione Puglia – Servizio Ciclo rifiuti e bonifica, inserita nel “Programma operativo FESR 2007-2013 – PPA dell’asse II – Linea di  intervento 2.5 Azione 2.5.1: “potenziamento e ammodernamento delle strutture dedicate alla raccolta differenziata”Realizzazione di centri comunali e/o intercomunali per la raccolta differenziata di rifiuti urbani ed assimilati (cd CCR) e per la realizzazione di sistemi innovativi di raccolta degli RSU”. L’intervento riguarderà l’esistente isola ecologica per la raccolta differenziata dei rifiuti, già realizzata all’inizio degli anni duemila, che necessita di ammodernamento,  adeguamento e potenziamento. Secondo gli estensori del deliberato,  trattandosi di procedura “a sportello” vi sarebbe la necessità di provvedere con tempi celeri alla predisposizione del “progetto definitivo/esecutivo e dei crono programmi che

dimostrino la conclusione dei lavori entro il 30 giugno 2015” così come prescritto dalla Regione. Alla luce di tutto questo, l’ufficio comunale preposto aveva già provveduto con determinazione propria ad affidare all'arch. Giovanni Fiore, in qualità di capogruppo dell'associazione temporanea di professionisti con l’ing. Matteo Trotta con studio in Manfredonia e la Cassandro s.r.l.  con sede in Barletta l'incarico per la predisposizione del progetto definitivo/esecutivo e successivamente alla direzione lavori e al coordinamento della sicurezza. Con procedura di ritorno, lo stesso arch. Fiore provvedeva  qualche settimana fa a  trasmettere al Comune committente l’anzidetto progetto definitivo/esecutivo.  Si ribadisce, inoltre, nel deliberato che il luogo deputato allo scopo trova alla contrada Monte Sacro ed ha il suo riscontro mappale alla particella 26 del Foglio 25 e che il progetto è fornito di tutti gli attributi ed elaborati ( pianta stato attuale, pianta di progetto, impianti, particolari costruttivi, relazione tecnico illustrativa, relazione impianto elettrico, piano sicurezza cantiere, crono - programma, analisi valutazione rischi, stima costi della sicurezza, fascicolo con le caratteristiche dell’opera,elenco prezzi unitari, computo metrico estimativo, analisi dei prezzi, incidenza manodopera, quadro economico, capitolato speciale d’appalto, schema contratto). Il documento si conclude con la nomina del dirigente dell’UTC, geom. Pio d’Atti, quale  responsabile unico del procedimento per l’intervento  in parola.

Letto 1187 volte
Vota questo articolo
(6 Voti)
Antonio Del Vecchio

Già funzionario della Regione Puglia in campo culturale, giornalista e pubblicista. Ha diretto vari periodici con scritti a carattere politico e socio – culturale, tra Bari, Foggia e rispettive province.

Dal 1979 ha collaborato e collabora con testate, anche digitali, quali La Gazzetta del Mezzogiorno, l’Attacco, Garganopress, Sanmarcoinlamis.eu, Rignanonews.com.

E’ autore e curatore di parecchi volumi sui beni culturali, sulla storia locale, sull’emigrazione e sulle tradizioni di Rignano, del Gargano, della Puglia e dell'Italia.