Antonio Del Vecchio
29/05/14

Il post-voto europeo alimenta la polemica all’interno di F.I, a Rignano Garganico

Rignano G. I due manifesti di F.I. Rignano G. I due manifesti di F.I.

RIGNANO GARGANICO. Il post voto europeo riaccende il dibattito politico, a Rignano Garganico.

Il confronto non riguarda tanto i risultati e gli opposti schieramenti, quanto gli atteggiamenti e la guerra del consenso all’interno di ogni singolo partito, acuita dall’antagonismo e dal personalismo. E’ il caso di Forza Italia. E ciò nonostante il quasi pareggio raggiunto al traguardo finale col Pd ( 298 voti -31,2% contro 306 -32%). Così le altre compagini: Movimento 5 Stelle (139, 14,6%); Ncd-Udc (90, 9,4%); Scelta Europea (49, 5,1%); TSIPRAS (36, 3,8%); Fratelli d’Italia (26, 2.7%); IDV (7, 07%); Verdi (3,03%); Io cambio (1,01%. Affluenza: 59,4% su 1678 elettori. A farsi guerra, a colpi di manifesti, sono da una parte l’avvocato Donato Del Priore, in veste di coordinatore cittadino del partito di Berlusconi da lunga data e componente della direzione del movimento “Primavera Rignanese” schierato all’opposizione amministrativa, dall’altra Viviana Saponiere, pure laureata in giurisprudenza, schierata quale consigliere delegato con la maggioranza di Vito Di Carlo. Quest’ultima, in veste di responsabile della sezione forzista 'gemella' e di coordinatrice elettorale, fresca di nomina, solo per le elezioni europee 2014. Infatti, l’incarico le sarebbe stato attribuito solo il 10 maggio u.s. , come testimonia la lettera a firma dell’attuale coordinatore provinciale, il senatore Lucio Tarquinio, affissa sul gazebo unitamente  al messaggio di ringraziamento alla cittadinanza esposto all’ingresso di Corso Roma. Eccovi ora i passi salienti del manifesto, firmato da Del Priore. “Il Coordinatore comunale di Forza Italia, Donato Del Priore, ringrazia tutti gli elettori di Forza Italia. Anche gli assenti. Un particolare ringraziamento, sprezzante, va anche agli…della politica rignanese. Le elezioni sono finite. Il mandato” è finito! Ma lo…continua” . E giù una serie di improperi tra loro equivalenti, secondo gli estensori. “Approfittare della malattia del coordinatore – si continua nel documento – non vi fa certamente onore, solo gli…si comportano così. Ma abbiamo ed ho la medicina adatta a voi e a qualche…che vi fa da Puparo… Dite ai Rignanesi che il vostro “Silvestris” non c’è l’ha fatta (e…ci dispiace…) mentre i nostri Fitto e Matera sono europarlamentari…Per colpa vostra il Pd rignanese ha sorpassato Forza Italia. Che squallore!! Che figuraccia. Fino a ieri…avete votato Scelta civica. Adesso F.I ??!. E così via di questo passo, gli estensori del presunto manifesto ufficiale, dopo aver rincarato la dose della critica, ricordano ai loro avversari “interni” (almeno a livello di questa campagna elettorale) che la Politica, quella vera,  si conquista non con la furbizia, ma con i consensi, chiosando: “Grazie di cuore!”.                                                                                   

Letto 1319 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)
Antonio Del Vecchio

Già funzionario della Regione Puglia in campo culturale, giornalista e pubblicista. Ha diretto vari periodici con scritti a carattere politico e socio – culturale, tra Bari, Foggia e rispettive province.

Dal 1979 ha collaborato e collabora con testate, anche digitali, quali La Gazzetta del Mezzogiorno, l’Attacco, Garganopress, Sanmarcoinlamis.eu, Rignanonews.com.

E’ autore e curatore di parecchi volumi sui beni culturali, sulla storia locale, sull’emigrazione e sulle tradizioni di Rignano, del Gargano, della Puglia e dell'Italia.