Antonio Del Vecchio
03/07/18

L'8 luglio convegno sui rifiuti in mare, a Lesina

LESINA. Ogni anno nel mondo vengono prodotte circa 300 milioni di tonnellate di plastica di cui quasi 8 milioni
finiscono in mare. Si prevede che nel 2050 ci sarà più plastica che pesci negli oceani.
In occasione della Giornata Marittima Europea, promossa dalla Commissione Europea, Domenica 8 Luglio . Il Centro Visite di Lesina in collaborazione con Il Comune di Lesina ed Il CNL Ismar organizza l'evento "Mare nella Rete", per affrontare il tema dellaMarine Litter, letteralmente "spazzatura marina", ovvero qualunque materia o manufetto solido persistente di origine antropica, scaricato deliberatamente o introdotto accidentalmente in mare o lungo le coste. La Marine Litter rappresenta una delle maggiori minacce per la biodiversità marina ed è necessario comprendere il potenziale impatto di questi detriti e stabilire le necessarie misure di mitigazione e degestione del fenomeno, PROGRAMMA /Ore 10.00 Apertura Manifestazione con saluti di rito a Marina di Lesina in Località Punta Pietre Nere. / Ore 10.30 Pulizia della Spiaggia./ Ore 17.00 Seminario "Il Promontorio del Gargano:punto di approdo delle Marine L itter in Adriatico", a cura della Dott.ssa Lucrezia Cilenti, ricercatrice del CNR Ismar di Lesina, presso la Sala Convegni del Centro Visite di Lesina. Ore 19.00 Degustazione al tramonto a cura dell'Azienda Agricola Turco e delle Cantine Antonio Pisante.

N.B. Comunicato stampa degli organizzatori.

Letto 102 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)
Antonio Del Vecchio

Già funzionario della Regione Puglia in campo culturale, giornalista e pubblicista. Ha diretto vari periodici con scritti a carattere politico e socio – culturale, tra Bari, Foggia e rispettive province.

Dal 1979 ha collaborato e collabora con testate, anche digitali, quali La Gazzetta del Mezzogiorno, l’Attacco, Garganopress, Sanmarcoinlamis.eu, Rignanonews.com.

E’ autore e curatore di parecchi volumi sui beni culturali, sulla storia locale, sull’emigrazione e sulle tradizioni di Rignano, del Gargano, della Puglia e dell'Italia.