Antonio Del Vecchio
24/10/17

Rignano G., come Firenze? Caduto e rimosso pericolo di tettoia nella trafficata Piazza S.Rocco

RIGNANO GARGANICO. Sulla tenuta dei fabbricati illustri o meno bisogna fare sempre attenzione, specie quando si ha a che fare con il pubblico sia dentro, come a Firenze, sia fuori in una strada trafficata da uomini e da automezzi di ogni cilindrata e misura, a Rignano Garganico.

Il riferimento è ad un pezzo di antica tettoia in lamiera a copertura di un soffitto di uno stabile, che la notte scorsa  si è quasi del tutto sbriciolata. La stessa, come il resto dello stabile, di   proprietà privata, in contiguità con  altri, si affaccia nella centralissima ed ampia Piazza San Rocco, luogo piuttosto trafficato dalle auto, in quanto qui si innestano la S.P. per San Marco in Lamis (Via L. Da Vinci), lo stesso tratto per Foggia e le Vie Dante Alighieri e Corso Roma che portano al consistente e ben conservato borgo antico di origine e fattura medievale e al Panorama mozzafiato sull’immenso Tavoliere. A dargli il colpo di grazia sarebbe stato il forte vento, che qui è di casa, unitamente alla pioggia che al momento cadeva a dirotto. L’Amministrazione Comunale, tramite i suoi tecnici e i vigili urbani sono prontamente  intervenuti e  il luogo ‘incriminato’ è stato subito transennato e il traffico dirottato sulla strada dirimpettaia. E questo in attesa dei Vigili del Fuoco, intervenuti poco tempo dopo, che hanno provveduto con altrettanto prontezza e perizia a rimuovere del tutto il temuto pericolo, ingraziandosi così come da sempre accade ovunque il plauso della locale comunità.  

N.B. nella foto, i vigili del Fuoco all'opera      

Letto 538 volte Ultima modifica il Martedì, 24 Ottobre 2017 13:17
Vota questo articolo
(0 Voti)
Antonio Del Vecchio

Già funzionario della Regione Puglia in campo culturale, giornalista e pubblicista. Ha diretto vari periodici con scritti a carattere politico e socio – culturale, tra Bari, Foggia e rispettive province.

Dal 1979 ha collaborato e collabora con testate, anche digitali, quali La Gazzetta del Mezzogiorno, l’Attacco, Garganopress, Sanmarcoinlamis.eu, Rignanonews.com.

E’ autore e curatore di parecchi volumi sui beni culturali, sulla storia locale, sull’emigrazione e sulle tradizioni di Rignano, del Gargano, della Puglia e dell'Italia.