Antonio Del Vecchio
29/08/17

Pasquale Cataneo (FI) ed altri consiglieri comunali sul Gino Lisa chiedono incontro ad Emiliano

Il consigliere comunale e provinciale di F.I., Pasquale Ca Il consigliere comunale e provinciale di F.I., Pasquale Ca

FOGGIA. La Regione programmi, con urgenza, un incontro con Comune e Provincia. In assenza di risposte la Capitanata è pronta ad azioni di protesta. La richiesta di un incontro per la vertenza Gino Lisa, questa mattina al centro di un assemblea convocata dai consiglieri Cataneo, Rizzi, Sciagura.

Un incontro, urgente, del presidente della Regione, Michele Emiliano, e dell’assessore ai trasporti, Antonio Nunziante, con Comune e Provincia di Foggia per la vertenza Gino Lisa.E’ quanto deciso, questa mattina nel corso dell’assemblea convocata da Pasquale Cataneo, consigliere comunale e provinciale di Forza Italiae i consiglieri comunali Marcello Sciagura (Italia dei Valori)  e Vincenzo Rizzi (Alternativa Libera), per mettere a punto azioni utili a dare un nuovo impulso all’iter per il rilancio del Gino Lisa, dopo le dichiarazioni dell’assessore Nunziante, in cui annunciava una dilatazione dei tempi previsti per avviare l’iter del finanziamento del progetto di allungamento della pista, in virtù del reperimento del 5% di cofinanziamento necessario. All’incontro hanno partecipato alcuni consiglieri comunali (Vigiano Luigi, Russo Nicola, Citro Paolo), rappresentanti del Comitato “Vola Gino Lisa”, la consigliera regionale del Movimento Cinque Stelle, Rosa Barone, e il segretario della Fast Confasl di Puglia e Basilicata, Vincenzo Cataneo. Presente all’incontro anche Maria Guglielmi, tour operator ed alcuni privati cittadini.La richiesta d’incontro sarà protocollata entro la settimana, e porterà le firme di tutti consiglieri del Comune e della Provincia di Foggia nonchè dei consiglieri regionali eletti in Capitanata che vorranno sottoscriverla.  “Crediamo che  questa sia una strada percorribile, per dare la possibilità alla Regione di interloquire con Comune e Provincia di Foggia in merito ad una vertenza, quella del Gino Lisa che non può subire l’ennesimo blocco, magari prima del prossimo incontro a Roma con il Ministro Delrio” hanno sottolineato Cataneo, Rizzi e Sciagura unitamente agli altri consiglieri presenti. Nel corso dell’assemblea è stato formulato un resoconto di azioni che, una volta condiviso, vedrà la redazione di un cronoprogramma di massima che sarà allegato alla richiesta d’incontro “Come suggerito dal Comitato Vola Gino Lisa e dalla O.S. Fast” ha aggiunto Cataneo “E’ necessario calendarizzare tutti gli adempimenti necessari al progetto e, rendere più agevole e veloce anche lo studio delle carte che, ci auguriamo, l’assessore Nunziante, abbia già avviato. Per questo nella documentazione ricorderemo alcuni ed importanti, passaggi utili ad accelerare la pratica: la definizione  del cofinanziamento;  gli adempimenti prescritti dalla Valutazione di Impatto Ambientale di competenza ENAC (dunque di AdP e .che hanno scadenza); la richiesta di un Piano Industriale per  il Gino Lisa, che stabilisca la sua piena operatività con la ripresa dei voli, e perciò l’inserimento nel Piano aeroportuale nazionale”. Per il Comitato “Vola Gino Lisa” l’intero iter potrebbe essere chiuso entro la fine dell’anno. Tutto, naturalmente, dipende dagli indirizzi politici che la tecnostruttura e la stessa Aeroporti di Puglia riceveranno. In caso contrario, l’assemblea si è detta pronta ad avviare nuove azioni di lotta protesta, come quella del novembre 2015, quando per le strade del capoluogo sfilarono in migliaia per chiedere l’operatività dell’aeroporto di Foggia.L’assemblea, aggiornata alla prossima settimana, invierà un invito formale alla partecipazione agli Enti, Istituzioni, Organizzazioni, Consorzi e forze sindacali che non erano presenti all'incontro odierno.

N.B. Comunicato stampa

 

Letto 130 volte Ultima modifica il Martedì, 29 Agosto 2017 20:11
Vota questo articolo
(0 Voti)
Antonio Del Vecchio

Già funzionario della Regione Puglia in campo culturale, giornalista e pubblicista. Ha diretto vari periodici con scritti a carattere politico e socio – culturale, tra Bari, Foggia e rispettive province.

Dal 1979 ha collaborato e collabora con testate, anche digitali, quali La Gazzetta del Mezzogiorno, l’Attacco, Garganopress, Sanmarcoinlamis.eu, Rignanonews.com.

E’ autore e curatore di parecchi volumi sui beni culturali, sulla storia locale, sull’emigrazione e sulle tradizioni di Rignano, del Gargano, della Puglia e dell'Italia.