Antonio Del Vecchio
02/08/17

Questa sera, 2 agosto, secondo Consiglio Comunale per il sindaco Di Fiore, a Rignano Garganico

RIGNANO GARGANICO. Questa sera, 2 agosto 2017 con inizio alle ore 18,30, si riunisce presso la Sala consiliare del Municipio di Via L. Da Vinci il Consiglio Comunale , a Rignano Garganico.

È il secondo dell’era guidata da qualche mese dal sindaco Luigi Di Fiore. Lo farà per affrontare due soli punti all’ordine del giorno, di cui uno di vitale  importanza per la vita dell’Ente. Dopo le  “comunicazioni, interpellanze, interrogazioni”, si discuterà  su “Salvaguardia degli equilibri di bilancio di cui all’articolo 193 del DL 267 /2000, variazione al Bilancio 2017/2019 di assestamento di cui all’articolo 175 cimma 8 del DL 267/2000 e successive MM.LL”, la cui conseguente e scontata deliberazione permetterà di governare la cosa pubblica per il resto dell’anno. Per quanto riguarda le ‘comunicazioni’, un primo excursus sulle principali questioni che interessano la cittadina è già stato fatto durante la discussione del DPRU, avvenuta qualche pomeriggio fa nella Sala dell’ex-Chiesa del Purgatorio. Una ‘Repetita iuvant’, sicuramente bene accetta da tutti, specie per gli assenti  dell’anzidetta riunione, in altre cose affaccendati. Sulle eventuali interpellanze ed interrogazioni, se ne attendono una gragnola specie da parte dell’opposizione del ‘Patto’ e dei suoi alleati, fortemente interessati a dire la loro, come è giusto che sia, in un sistema democratico come il nostro.    

 

 

Letto 143 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)
Antonio Del Vecchio

Già funzionario della Regione Puglia in campo culturale, giornalista e pubblicista. Ha diretto vari periodici con scritti a carattere politico e socio – culturale, tra Bari, Foggia e rispettive province.

Dal 1979 ha collaborato e collabora con testate, anche digitali, quali La Gazzetta del Mezzogiorno, l’Attacco, Garganopress, Sanmarcoinlamis.eu, Rignanonews.com.

E’ autore e curatore di parecchi volumi sui beni culturali, sulla storia locale, sull’emigrazione e sulle tradizioni di Rignano, del Gargano, della Puglia e dell'Italia.