Antonio Del Vecchio
28/06/17

Oggi, 28 giugno, prima riunione del nuovo Consiglio Comunale, a Rignano Garganico

RIGNANO GARGANICO. Nella giornata odierna, 28 giugno 20017, con inizio alle ore 18.00, avrà luogo la  sala municipale di Via Da Vinci, la prima seduta del nuovo Consiglio Comunale eletto l’11 giugno scorso, a Rignano Garanico.

Tanto, a seguito della proclamazione degli eletti e del sindaco, nella persona di Luigi Di Fiore, avvenuta il 13 giugno u.s. All’ordine del giorno vi sono gli adempimenti di rito propedeutici all’avvio del nuovo governo cittadino. In primo luogo c’è la verifica delle condizioni di candidabilità, eleggibilità e compatibilità del Sindaco e dei Consiglieri eletti . Tanto ai sensi del D.Lgs n. 267 /2000 e del successivo  D.lgs n. 39 /20013, relativo alla convalida degli eletti. Si passerà poi al rituale giuramento del primo cittadino e alla comunicazione dei componenti la Giunta municipale. Si dovrà deliberare, altresì, la nomina dei membri della Commissione elettorale e l’aggiornamento degli elenchi dei Giudici Popolari per la Corte di Assise e di Appello. Infine, la neonata assemblea elettiva dovrà provvedere all’adozione del documento programmatico per la rigenerazione urbana ai sensi della LR 21 28 (DPRU). Documento, quest’ultimo, come risaputo,  già presentato e discusso nella riunione pubblica di qualche giorno fa presso la sala dell’ex-Chiesa del Purgatorio. Ovviamente per legge la riunione dovrà essere presieduta dallo stesso sindaco Di Fiore (vedi foto).

Letto 605 volte Ultima modifica il Mercoledì, 28 Giugno 2017 07:50
Vota questo articolo
(0 Voti)
Antonio Del Vecchio

Già funzionario della Regione Puglia in campo culturale, giornalista e pubblicista. Ha diretto vari periodici con scritti a carattere politico e socio – culturale, tra Bari, Foggia e rispettive province.

Dal 1979 ha collaborato e collabora con testate, anche digitali, quali La Gazzetta del Mezzogiorno, l’Attacco, Garganopress, Sanmarcoinlamis.eu, Rignanonews.com.

E’ autore e curatore di parecchi volumi sui beni culturali, sulla storia locale, sull’emigrazione e sulle tradizioni di Rignano, del Gargano, della Puglia e dell'Italia.