Antonio Del Vecchio
30/03/17

In azione i ladri l’altra notte a ‘rubar benzina’, a Rignano Garganico?

RIGNANO GARGANICO. Distributore chiuso?  Anzi l’ultimo finora attivo la settimana scorsa in paese? Non importa. I ladri, come si sa, hanno una  fantasia fertile. Ed eccoti il rimedio: far rifornimento direttamente dalle auto in sosta

nei vari e liberi parcheggi ubicati in quasi tutti gli angoli del centro abitato, specie nelle zone densamente abitate. E’ quanto è accaduto in Via Renato Guttuso , una delle arterie principali del popoloso quartiere di San Rocco, dal nome della Chiesetta omonima, situata un tempo ‘fuori le mura’ del centro storico di fattura ed origine medievale. A farne le spese per l’improvvisato rifornimento sarebbero state due auto di piccola cilindrate lasciate in sosta dai rispettivi proprietari. Il tutto sarebbe stato scoperto la mattina successiva, allorché ci si è messi in viaggio sulla SP che porta a San Marco. Secondo il racconto che se ne fa al riguardo, una dei proprietari si  sarebbe da poco avviata con la sua auto sulla SP per San Marco, per recarsi al lavoro usuale, quando all’improvviso il suo mezzo ha cominciato dapprima a ‘singhiozzare’ per carenza di carburante e poi a bloccarsi definitivamente qualche metro più in là. Aveva percorso appena un chilometro. Pertanto, la malcapitata sarebbe stata costretta a rientrare, trainata dai meccanici. La stessa sorta pare sia capitata all’altra auto. Non si sa quante ancora avrebbero subito la medesima sorta. Si parla anche di gomme rovinate e di altre ruberie. Comunque sia sugli incresciosi episodi odierni, che in una certa misura farebbero  tornare indietro nella memoria ad alcuni anni orsono allorché di ‘bravate’ di questo ed altro genere se ne contavano una al giorno,  stanno indagando  i carabinieri. Quasi tutti sono certi che tra breve, come allora, le forze dell’ordine riusciranno a  stroncare l’increscioso fenomeno fin sul nascere,   restituendo da subito ai cittadini la meritata serenità .    

Letto 914 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)
Antonio Del Vecchio

Già funzionario della Regione Puglia in campo culturale, giornalista e pubblicista. Ha diretto vari periodici con scritti a carattere politico e socio – culturale, tra Bari, Foggia e rispettive province.

Dal 1979 ha collaborato e collabora con testate, anche digitali, quali La Gazzetta del Mezzogiorno, l’Attacco, Garganopress, Sanmarcoinlamis.eu, Rignanonews.com.

E’ autore e curatore di parecchi volumi sui beni culturali, sulla storia locale, sull’emigrazione e sulle tradizioni di Rignano, del Gargano, della Puglia e dell'Italia.