Antonio Del Vecchio
20/03/17

Mattanza di animali: il turismo a rischio nel Subappennino Dauno

BOVINO,SANT'AGATA DI PUGLIA, CANDELA. L' inconsulta  mattanza di animali mette a rischio il turismo in provincia di Foggia, in quanto deforma la buona immagine dei vari centri interessati.

Ad esserne fermamente convinto è il Coordinamento regionale di Protezione animali di Foggia che ha fatto circolare in ogni luogo il comunicato stampa che segue, onde scoraggiare ogni tipo di violenza sugli animali. Eccone il testo: << nel giro di pochi giorni allarme dal Coordinamento regionale di Protezione Animali-Foggia dopo le numerose segnalazioni da parte di cittadini di cani di quartiere avvelenati ed altri scomparsi improvvisamente in diversi paesi. Il randagismo è una piaga e nonostante ci siano una legge nazionale, la 281/91 e una regionale, la 12/95 che stabiliscono gli obblighi delle istituzioni, queste continuano in diverse realtà ad essere inadempienti rispetto a quanto previsto. Mancano i canili sanitari, non in tutti i paesi si sterilizzano i randagi e il problema si risolve con gli avvelenamenti da parte di cittadini intolleranti che restano quasi sempre impuniti. L’uccisione degli animali oltre ad essere reato è un forte deterrente per il turismo che predilige invece, luoghi dove gli animali sono tutelati e rispettati, randagi compresi. Oggi sono 60 milioni gli animali nelle case degli italiani e anche chi non è animalista ha una particolare sensibilità verso di loro. Pertanto non vanno sottovalutati i rischi del danno di immagine per la città, in cui si incorre commettendo simili gesti. Il Coordinamento di Protezione Animali, già lo scorso luglio in occasione dello sbarco di Goletta Verde a Vieste ha fatto richiesta per l’inserimento tra i criteri di valutazione per l’assegnazione delle “vele”, di un parametro che prestasse attenzione al rispetto e all’accoglienza degli animali. Stessa richiesta è stata fatta ad altri soggetti certificatori. Il rispetto per gli animali, oltre ad essere un obbligo di legge è il miglior bigliettino da visita per chi aspira a diventare meta di turismo>>.

(nella foto scattata dal Coordinamento interessato:  Bianca, la cagnolina di quartiere di S Agata di Puglia trovata morta)

 

Coordinamento animalista FG

Letto 252 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)
Antonio Del Vecchio

Già funzionario della Regione Puglia in campo culturale, giornalista e pubblicista. Ha diretto vari periodici con scritti a carattere politico e socio – culturale, tra Bari, Foggia e rispettive province.

Dal 1979 ha collaborato e collabora con testate, anche digitali, quali La Gazzetta del Mezzogiorno, l’Attacco, Garganopress, Sanmarcoinlamis.eu, Rignanonews.com.

E’ autore e curatore di parecchi volumi sui beni culturali, sulla storia locale, sull’emigrazione e sulle tradizioni di Rignano, del Gargano, della Puglia e dell'Italia.