Antonio Del Vecchio
07/03/17

Gran Ghetto, Ristoro Pale Eoliche e risparmio energetico, i temi ‘forti’del CC, a Rignano G.

RIGNANO GARGANICO. Come c’era d’aspettarselo, Gran Ghetto e Pale eoliche, entrambi facenti parte del primo punto all’ordine del giorno: “comunicazioni, interpellanze, interrogazioni”, sono stati i temi ‘forti’ affrontati nella riunione ultima del Consiglio Comunale, a Rignano Garganico.

La stessa , composta da altri due accapo di cui si dirà, si è svolta nella mattinata di oggi nell’aula silenziosa e semi-deserta del primo piano del Municipio, presieduta come da norma dal sindaco Vito Di Carlo, coadiuvato all’uopo dal segretario generale, Giacomo Scalzulli. In primis, è stato evidenziato l’avvertito disagio sofferto da parte della popolazione nel vedere il proprio Comune sbattuto in prima pagina su tutti i mass-media nazionali. Quindi, si è convenuto di consultare i legali sul da farsi, visto che l’organo elettivo aveva già deliberato a suo tempo con voto unanime ogni cosa, ossia di compiere tutti i passi necessari per la difesa del buon nome della cittadina. Altresì, l’assemblea ha  espresso, in modo unanime,  piena solidarietà alla città di San Severo e ai suoi amministratori, teatro di gravi fatti delinquenziali, culminati l’altra notte, come noto,   con  i colpi da arma da fuoco sparati da ignoti contro le auto della Polizia di Stato. Dopo di che si è passati alla revisione della convenzione e al conseguente  ridotto introito delle somme percepite a titolo di ristoro per l’esercizio nella piana sottostante  delle Pale Eoliche.  A sollevare il problema sono stati i consiglieri dell’opposizione, Viviana Saponiere e Matteo Nardella, seguiti a ruota da tutti gli altri componenti dell’assemblea (Giovanni Draisci, Giosuè Del Vecchio e Michele Ciavarella). Erano assenti i consiglieri Angelo Resta, per la minoranza, e Antonio De Angelis, per la maggioranza. A rispondere a tutti ci ha provato il sindaco Di Carlo e lo stesso segretario comunale, profondo conoscitore della materia, per aver operato costantemente nelle zone afflitte dal medesime  problematiche. Dal canto suo,  il sindaco Di Carlo ha assicurato i presenti che sull’argomento si sta muovendo assieme all’Anci, presieduta dal sindaco di Bari, De Caro. Con quest’ultimo starebbe concordando, infatti,   un apposito incontro a Roma. Tanto al fine di individuare  una ‘strategia’ comunedi levatura nazionale, capace di dare risposte definitive ad un problema che affligge non solo Rignano, ma innumerevoli piccoli e grandi centri dello Stivale. Approvata col voto di tutti il successivo punto, attinente il rinnovo della convenzione di adesione al Gal (Gruppo Azione Locale) del Gargano. Idem è accaduto per la partecipazione dell’Ente al progetto ‘Elena (UEFA), coordinato dalla Camera di Commercio di Foggia. A quanto si è appreso lo stesso progetto comporta il potenziamento del risparmio energetico nell’intera Capitanata, finanziato per più di un milione di euro dalla Banca Europea e per il resto, pari al 10%, dal predetto Ente camerale. Allo scopo, tra non molto, un’apposita equipe di tecnici raggiungerà ogni centro abitato della provincia per mettere a punto il progetto e  pervenire in tempi brevi alla realizzazione di ogni cosa.  Dal tutto si dovrebbe ricavare un risparmio minimo del 30%, in parte da incassare dal Comune e per il resto per mantenere in piedi il sistema.

 

 

Letto 576 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)
Antonio Del Vecchio

Già funzionario della Regione Puglia in campo culturale, giornalista e pubblicista. Ha diretto vari periodici con scritti a carattere politico e socio – culturale, tra Bari, Foggia e rispettive province.

Dal 1979 ha collaborato e collabora con testate, anche digitali, quali La Gazzetta del Mezzogiorno, l’Attacco, Garganopress, Sanmarcoinlamis.eu, Rignanonews.com.

E’ autore e curatore di parecchi volumi sui beni culturali, sulla storia locale, sull’emigrazione e sulle tradizioni di Rignano, del Gargano, della Puglia e dell'Italia.