Antonio Del Vecchio
23/02/17

Cresce la cultura e la pratica della “raccolta differenziata”, a San Marco in Lamis

L'intervento del v.sindaco Ianzano sul tema della 'differenziata' L'intervento del v.sindaco Ianzano sul tema della 'differenziata'

SAN MARCO IN LAMIS.  Cresce la cultura e la pratica della raccolta differenziata, a San Marco in Lamis. E questo, grazie al nuovo impulso dato dall’Amministrazione Comunale in carica di Michele Merla sul piano organizzativo, informativo e soprattutto educativo, ossia il coinvolgimento diretto delle  le scuole.

A renderlo noto è un comunicato stampa redatto al termine di una apposita riunione sul tema ,svoltasi ad horas a Palazzo Badiale, la stessa era presieduta da Angelo Ianzano, vice-sindaco e delegato al ramo. Di seguito si riportano i passi salienti del citato scritto, sia a garanzia dell’obiettività informativa, sia per via del suo contenuto ben fatto ed esaustivo. Si fa sapere, in primo luogo, che l’incremento della raccolta differenziata è stato  costantemente positivo in paese:   6% nel 2013; 19% nel 2014; 25% nel 2015 (in occasione dell’apertura della raccolta porta a porta nelle zone alte) e 29% nel 2016. Ci si aspetta ancora di più su questo fronte, evidenziando nello scritto, che  l’Amministrazione Comunale non si sottrarrà  a siffatta incombenza, tanto più che unitamente alla Società che gestisce la raccolta “porta a porta” ci si stato attivando in ogni modo per migliorare ed accrescere l’efficienza del servizio”. A quanto si è appreso,  tra qualche giorno sarà attivata la distribuzione delle nuove ‘pattumelle’ per la raccolta dell’umido e dei nuovi kit calendari. Questi ultimi, garantirebbero – secondo quanto si legge -  più numerose opportunità per il ritiro/conferimento  della frazione organica (umido). Tutto questo dovrebbe essere possibile, grazie  al “porta a porta” e al contributo del personale dell’azienda EDILVERDE, dei rappresentanti dell’Amministrazione Comunale e dei ragazzi dell’AGESCI. Si informa, altresì, che, limitatamente alle attività commerciali, saranno distribuiti due diversi tipi di raccoglitori (per carta/cartone e per il vetro) a seconda del tipo di rifiuto prodotto.  L’inizio della consegna, anglicizzato in “Start”  dei raccoglitori e la sensibilizzazione alla raccolta differenziata dei rifiuti, è già  partito martedì 21 febbraio presso la scuola media “De Carolis”. Appuntamento, quest’ultimo, che ha visto  il coinvolgimento delle insegnanti delle scuole primarie e la distribuzione del materiale didattico dedicato ai “piccoli cittadini”. Il  tutto dovrebbe concludersi – a quanto si chiarisce più avanti - con la “giornata ecologica” organizzata dai bambini della scuola dell’obbligo. Al riguardo il v.sindaco Ianzano ha espresso la sua condivisione:  << I protagonisti principali sono i cittadini  da cui dipende la  - voglia e l’intelligenza -  di riciclare e differenziare”.  Lo stesso concetto si coniuga con l’altro ancora più chiaro di tipo economico, espresso a più riprese, dagli addetti ai lavori: “Quanto più differenziamo tanto minore sarà la quantità di rifiuti da portare in discarica”. Tutto questo perché i vantaggi economici e ambientali rivenienti  non sarebbero affatto trascurabili. Infatti, si sa bene che quanto maggiori sono i risparmi sui fondi di bilancio destinati al trattamento dei rifiuti solidi. tanto maggiori saranno i tagli alle tasse a essi correlate e gli investimenti in opere pubbliche (strade, …, scuole). Ad horas, si è appreso saranno potenziati anche  i controlli. Tanto è stato precisato al fine di dare risalto e sostenere il lavoro svolto sul territorio.  In chiosa va ribadito l’importanza  del “kit”, denominato “Verdino Elefantino”distribuito alle scuole dalla XENIAPLUS e il calendario di raccolta differenziata settimanale. 

 

 

Letto 442 volte Ultima modifica il Giovedì, 23 Febbraio 2017 14:29
Vota questo articolo
(0 Voti)
Antonio Del Vecchio

Già funzionario della Regione Puglia in campo culturale, giornalista e pubblicista. Ha diretto vari periodici con scritti a carattere politico e socio – culturale, tra Bari, Foggia e rispettive province.

Dal 1979 ha collaborato e collabora con testate, anche digitali, quali La Gazzetta del Mezzogiorno, l’Attacco, Garganopress, Sanmarcoinlamis.eu, Rignanonews.com.

E’ autore e curatore di parecchi volumi sui beni culturali, sulla storia locale, sull’emigrazione e sulle tradizioni di Rignano, del Gargano, della Puglia e dell'Italia.