Antonio Del Vecchio
27/01/17

Dopo i lavori prossimi per il “look”, Via Roma si chiamerà Corso Roma, ad Apricena.

Apricena. Viasta panoramica della città Apricena. Viasta panoramica della città

APRICENA. Nuovo look per Via Roma, ad Apricena. Anzi, salirà di grado nella denominazione: si chiamerà  Corso. E questo per essere in linea con le omonime strade o piazze di ogni città, paese o borgo d’Italia, dedicate nome della sua capitale.

Di solito è l’arteria più importante, se non la principale, dove pulsa la vita e il commercio, e costituisce nel contempo il “bigliettino da visita” per turisti e forestieri. Non a caso per qualsivoglia Amministrazione è in cima ai pensieri e alla programmazione in materia di interventi di ristrutturazione ed abbellimento.  Tanto per citare esempi a noi vicini, c’è da menzionare Via Roma in Rignano Garganico che coincide con quella di accesso al centro storico del paese di fattura ed origine prettamente medioevale. Parimenti si chiama così e svolgeva il medesimo scopo l’omonima Via di San Marco in Lamis, dove l’arteria in ricordo alla sua antica funzione è chiamata dal popolo “Strada del ponte”, perché la stessa costituiva nei tempi antichi una sorta di Porta,  permettendo con il suo solido varco ad una campata di superare agevolmente il Torrente Jana e di uscire all’esterno del paese, appollaiata com’era l’allora la cittadina  in gran parte sul versante Nord della valle e per il resto nella “Padula. A spiegare l’imminente intervento apricenese ci hanno pensato gli amministratori. Lo hanno fatto con un articolato comunicato, di cui riportiamo gli stralci più significativi.  Dopo aver ribadito che si è di fronte alla strada più importante di Apricena e che presto diventerà Corso Roma, si passa ad illustrare il progetto, a cui da anni starebbe lavorando l'Amministrazione Potenza, per vederne la luce nei prossimi mesi. "Abbiamo lavorato molto e in silenzio per quasi tre anni" - dichiara il Sindaco Antonio Potenza - "un' idea nata nel nostro primo mandato amministrativo, quando con un avviso pubblico per un concorso di idee, abbiamo selezionato il progetto di riqualificazione di Via Roma, che prevede la pavimentazione di tutto il tratto stradale in “Madrepietra  Apricena”. La nostra volontà, sin da subito, è stata quella di costruire una mostra permanente della nostra Pietra che sia visibile per ora e per sempre. L'opera pubblica in pietra poù importante mai realizzata nella storia della nostra città”.  Rincara, poi, la dose ‘illustrativa’ l’assessore al ramo Paolo Dell’Erba, che dice: "Con questo progetto riteniamo di consegnare alla Città un'opera straordinaria, che deve rappresentare con orgoglio la nostra Apricena. con il Sindaco e tutta l'Amministrazione Comunale abbiamo studiato e condiviso il progetto redatto dai tecnici Arch. Misino, Abbennante, Giammario Matteo e Raffaele, che ringraziamo per la professionalità e la disponibilità mostrata in questi anni. Da questo momento in poi, prima di attivare le procedure per la gara d' appalto, che l'Ufficio Tecnico predisporrà nelle prossime settimane, desideriamo con trepidazione illustrare il Progetto alla Città " - continua ancora Dell'Erba - partiremo nel mese di febbraio incontrando i commercianti di Via Roma, con i quali vogliamo condividere le possibili iniziative per rilanciare anche commercialmente l'intera area e subito dopo, ci sarà una grande assemblea cittadina per illustrare il progetto alla cittadinanza e dare la possibilità ai cittadini di dire la loro per decidere insieme alcuni dettagli del progetto, che diventerà la Carta di Identità di Apricena" – Infine,  Dell'Erba conclude: . "Siamo orgogliosi di iniziare gli incontri pubblici, la nostra comunità aspetta quest' opera da troppi anni; reperire le risorse economiche per realizzare questa importante opera non è stato facile, ma ora che siamo pronti vogliamo che ‘tutta la città' vi partecipi attivamente. Dulcis in fundo, chiosa il primo cittadino Potenza: “Invitiamo pertanto  chiunque voglia contribuire e/o collaborare con l'Amministrazione per il raggiungimento di questo importante obiettivo a farsi avanti perché sarà ben accetto".

 

Letto 424 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)
Antonio Del Vecchio

Già funzionario della Regione Puglia in campo culturale, giornalista e pubblicista. Ha diretto vari periodici con scritti a carattere politico e socio – culturale, tra Bari, Foggia e rispettive province.

Dal 1979 ha collaborato e collabora con testate, anche digitali, quali La Gazzetta del Mezzogiorno, l’Attacco, Garganopress, Sanmarcoinlamis.eu, Rignanonews.com.

E’ autore e curatore di parecchi volumi sui beni culturali, sulla storia locale, sull’emigrazione e sulle tradizioni di Rignano, del Gargano, della Puglia e dell'Italia.