Antonio Del Vecchio
26/01/17

Trasporti locali: più rispetto ed informazione per gli utenti della provincia!

Foggia. Il nuovo Terminalbus (Stazione Ferroviaria) Foggia. Il nuovo Terminalbus (Stazione Ferroviaria)

RIGNANO GARGANICO. L'egocentrismo in materia di trasporti non è solo 'barese',  ma riguarda anche  Foggia rispetto alla sua provincia.

Ecco il  commento che un amico ha scritto al riguardo su Lettere Meridiane di ieri, riportando una sua esperienza diretta e il relativo disagio sofferto. <<Se in materia di trasporti Foggia piange, il resto della provincia non ride. Lo è per via dell'accentramento dei collegamenti esterni con la stazione, dove da due settimane è completo caos. Le varie società non sanno dove sostare; gli utenti sono disorientati; i bar e gli esercizi dove c'erano le antiche soste (Ferrovie del Gargano, Sita, Acapt, Ataf esterna, ecc.) sono esasperati per la perdita degli avventori; infine, regna sovrana la disinformazione. Tant'è che non tutti gli utenti sanno di questo rivoluzionario cambiamento di itinerari ed alcuni continuano ad attendere i pullman nei luoghi di prima. Ci si chiede a questo punto: perché non si è fatta una campagna di informazione preventiva a tutto campo,  anche coll’intento di  'educare' gli utenti  al nuovo corso sia in partenza che in arrivo? Ha fatto bene il sindaco del Capoluogo a protestare contro il "bypass" e l'egocentrismo dei baresi, ma avrebbe dovuto comportarsi parimenti nei confronti dei viaggiatori che vanno o vengono dai vari centri della Capitanata.>>. Come al solito i nostri politici, e non solo questi, sono abituati a guardare puntualmente  l’evangelica pagliuzza nell’occhio altrui, ma mai la trave che spesso  si cela in quello proprio. E la “Moldaunia” che fine ha fatto, forse è un’arma già spuntata? Comunque sia, va riscontrato un fatto positivo: sul tempo di percorrenza Rignano G. - Foggia e viceversa si risparmia circa un quarto d’ora.

Letto 582 volte Ultima modifica il Giovedì, 26 Gennaio 2017 12:34
Vota questo articolo
(0 Voti)
Antonio Del Vecchio

Già funzionario della Regione Puglia in campo culturale, giornalista e pubblicista. Ha diretto vari periodici con scritti a carattere politico e socio – culturale, tra Bari, Foggia e rispettive province.

Dal 1979 ha collaborato e collabora con testate, anche digitali, quali La Gazzetta del Mezzogiorno, l’Attacco, Garganopress, Sanmarcoinlamis.eu, Rignanonews.com.

E’ autore e curatore di parecchi volumi sui beni culturali, sulla storia locale, sull’emigrazione e sulle tradizioni di Rignano, del Gargano, della Puglia e dell'Italia.