Antonio Del Vecchio
20/01/17

Impianti sportivi: la lista "Uniti per cambiare" contesta il PD ad Apricena

APRICENA. EX ARENA GARIBLDI: Prima del 2012, completamente distrutto, senza le minime condizioni igieniche e sanitarie, senza agibilità, COSTAVA AL COMUNE 30.000 EURO ALL’ANNO (specialmente negli anni 2009-2010-2011),LE BOLLETTE LE PAGAVA SEMPRE E SOLTANTO IL COMUNE,  le ASSOCIAZIONI CHE NON APPARTENEVANO AL PD PAGAVANO,  perché il padrone del campo decideva chi doveva pagare e chi no, non c’era nessuna fideiussione a copertura dei danni arrecati all’impianto, tanto pagava sempre PANTALONE!!.

MADREPIETRA STADIUM OGGI: E’ un gioiellino che ci invidiamo in tutta la Puglia, giornalmente utilizzato da centinaia di ragazzi della nostra città, NUOVO, AGIBILE, MODERNO, COSTA 25.000 EURO AL COMUNE, LE BOLLETTE LE PAGA IL GESTORE (legittimato da una regolare gara d’appalto fatta nel 2012), CI SONO POLIZZE FIDEIUSSORIE A GARANZIA DI TUTTI I DANNI, E’ UTILIZZABILE DA CHIUNQUE SECONDO UN REGOLAMENTO DELIBERATO IN CONSIGLIO COMUNALE. APPREZZATO DA TUTTA LA CITTA’ AD ESCLUSIONE DEL PD CHE ODIA TUTTO QUELLO CHE FA LA NOSTRA AMMINISTRAZIONE. QUANDO NON PUO’ ODIARE UNA COSA CHE REALIZZA LA NOSTRA AMMINISTRAZIONE,DICE CHE ERA UN PROGETTO PROGRAMMATO DA LORO. PALAZZETTO DELLO SPORT: altra struttura abbandonata, inagibile e chiusa, ereditata dalla nostra Amministrazione. Oggi invece stiamo eseguendo lavori di ristrutturazione che tra pochissimi mesi ci consentirà di avere un PALAZZETTO nuovo, moderno, agibile e un altro gioiello da mettere a disposizione dei nostri cittadini, in particolare i giovani. CAMPO VIA SAN PAOLO: LA VERGOGNA NAZIONALE, sono stati spesi 12 miliardi di vecchie lire, 6 milioni di euro di oggi, stiamo pagando ancora mutui contratti più di 20 anni fa; la nostra Amministrazione lo ha  assegnato ad un’associazione sportiva che a costo zero per la nostra collettività lo sta rivalutando e ha consentito che quell’area non fosse più degradata come prima. PAGAMENTO PER UTILIZZO IMPIANTI SPORTIVI: Ci sono leggi dello Stato che impongono il pagamento per l’utilizzo di qualsiasi struttura pubblica,  i regolamenti  sono sempre esistiti anche qui ad Apricena,  nessuno li ha fatti mai rispettare, consentendo la distruzione totale di tutte le strutture, TANTO PAGAVA SEMPRE E SOLTANTO IL COMUNE E SI UTLIZZAVA LO SPORT SOLO PER FARE POLITICA!!! Questi sono i fatti cari PDini, il resto sono solo chiacchiere, tanto che i cittadini vi conoscono troppo bene e le vostre bufale ormai non le ascoltano piu’. L’unica realtà è che questa Amministrazione rimarrà nella storia per l’enorme lavoro svolto per mettere in sicurezza tutti gli impianti sportivi e il patrimonio pubblico, perché riteniamo fondamentale lo sport come portatore sano di principi di vita. Voi invece continuate a provare a dividere la nostra città come se fossimo Guelfi e Ghibellini, alla fine rimarrete da soli.

N.B. Comunicato stampa a cura della Lista "Uniti per cambiare" di Apricena

Letto 155 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)
Antonio Del Vecchio

Già funzionario della Regione Puglia in campo culturale, giornalista e pubblicista. Ha diretto vari periodici con scritti a carattere politico e socio – culturale, tra Bari, Foggia e rispettive province.

Dal 1979 ha collaborato e collabora con testate, anche digitali, quali La Gazzetta del Mezzogiorno, l’Attacco, Garganopress, Sanmarcoinlamis.eu, Rignanonews.com.

E’ autore e curatore di parecchi volumi sui beni culturali, sulla storia locale, sull’emigrazione e sulle tradizioni di Rignano, del Gargano, della Puglia e dell'Italia.