Antonio Del Vecchio
25/10/16

PRIMARIE FISMIC - CONFSAL: DAL SINDACATO DEI SINDACALISTI AL SINDACATO DEI LAVORATORI!

FOGGIA. Con le operazioni di voto anticipate alla SATA di Melfi, martedì 25 iniziano le primarie che dovranno eleggere 36 Segretari responsabili territoriali ed il Segretario generale nazionale Fismic.

Gli stessi, una volta eletti, promuoveranno i rispettivi Congressi che si concluderanno il con Congresso Nazionale della Fismic Confsal nel maggio 2017.Per portare a termine questa importantissima verifica democratica dello stato di salute dell’Organizzazione Sindacale Autonoma sono stati allestiti 114 seggi su tutto il territorio con 116 persone addette a presidiare la regolarità delle espressioni di voto. Sono chiamati al voto circa 43.500 iscritti attuali al sindacato Fismic Confsal, comprensivi di disoccupati, pensionati, lavoratori del commercio, dei servizi e di altre categorie, oltre naturalmente a quella dei metalmeccanici. Potranno votare anche i non iscritti sottoscrivendo una tessera straordinaria.Si tratta di una eccezionale prova di democrazia diretta. La Fismic Confsal è il primo sindacato al mondo che non affida l’individuazione del proprio gruppo dirigente apicale alla casta dei sindacalisti ma apre il momento più importante della propria vita direttamente ai lavoratori. Ci sono 6 candidati all’incarico di Segretario generale nazionale, 5 candidati all’incarico di Segretario responsabile della macro regione Puglia-Basilicata e 115 candidati all’incarico di Segretario responsabile territoriale nei 36 territori in cui si vota. “Una macchina organizzativa impegnativa. – dichiara il segretario generale uscente Roberto Di Maulo – Sono state convocate anche molte assemblee dei lavoratori nei luoghi di lavoro per favorire l’esercizio al voto libero e segreto. La Fismic Confsal è fedele al proprio slogan di restituire il sindacato ai lavoratori e l’appello che possiamo rivolgere è quello di aderire all’invito di un sindacato che vuole mettersi in discussione e di partecipare in gran numero al voto” conclude il leader Fismic.

N.B. Comunicato a firma di Samantha Berardino dell'Ufficio Stampa FISMC

Letto 335 volte Ultima modifica il Martedì, 25 Ottobre 2016 07:44
Vota questo articolo
(0 Voti)
Antonio Del Vecchio

Già funzionario della Regione Puglia in campo culturale, giornalista e pubblicista. Ha diretto vari periodici con scritti a carattere politico e socio – culturale, tra Bari, Foggia e rispettive province.

Dal 1979 ha collaborato e collabora con testate, anche digitali, quali La Gazzetta del Mezzogiorno, l’Attacco, Garganopress, Sanmarcoinlamis.eu, Rignanonews.com.

E’ autore e curatore di parecchi volumi sui beni culturali, sulla storia locale, sull’emigrazione e sulle tradizioni di Rignano, del Gargano, della Puglia e dell'Italia.