Antonio Del Vecchio
18/07/16

Domani 19 il Consiglio approva il progetto “Villaggio Vita Sana”, a Rignano. Presente la MGFIN

Nella foto la vecchia piantina del Villaggio Vita Sana, ora accresciuta del modulo Alzheimer Nella foto la vecchia piantina del Villaggio Vita Sana, ora accresciuta del modulo Alzheimer

RIGNANO GARGANICO.  Ad ogni avance di discredito pare che corrisponda puntualmente un passo di concretezza  in più per ciò che concerne la vita amministrativa e nel contempo la soluzione dei problemi che assillano il Comune di Rignano Garganico.

Il riferimento è  alla proposta di approvazione della variante al progetto preliminare per la realizzazione del nuovo ed atteso complesso socio-sanitario, denominato “Villaggio Vita Sana”, inserita all’ordine del Consiglio Comunale, convocato per domani pomeriggio, 19 luglio, con inizio alle ore 17.00. “Tanto per permettere ai cittadini tutti di parteciparvi” – ci ha dichiarato in proposito, con un malcelato pizzico di orgoglio – soddisfazione  nel tono, il v.sindaco Michele Ciavarella, che sarà per l’ennesima volta il relatore dell’argomento. Lo stesso è stato  approvato con atto del CC n. 29 il 18 settembre dello scorso anno. Come si ricorderà, per effetto di ampliamento della struttura e l’inclusione della unità Alzheimer, si è proceduto nelle sedute passate ad adeguarne l’iter burocratico - formale, compresa la medesima convenzione tra Comune e ditta, approvata il 6 luglio u.s. con voto unanime (assente la consigliera Viviana Saponiere, coordinatrice del locale Circolo di Forza Italia). Per l’occasione sarà presente anche  uno esponente di spicco  della Società MGFIN di Busto Arsizio, titolare del progetto in questione.  “E questo a dimostrazione che l’interesse è concreto e la realizzazione è vicina”- ha ribadito Ciavarella. Come noto l’anzidetto progetto prevede sette nuclei salutari completamente autonomi ma sostanzialmente comunicanti, ad eccezione, dei servizi comuni della piscina, del verde pubblico e della struttura direzionale. A parte quello citato per i malati di Alzheimer, le altre strutture previste sono : Disabili (30 posti); Disturbi del comportamento alimentare (30 p.) ; Neuropsichiatria infantile (10 p.); appartamenti medicalizzati per anziani autosufficienti (18 p.); Ludopatia e disturbi d’ansia (15 p.); Centro famiglia o casa per la vita (45 p). Come già scritto, il “Villaggio” in parola dovrà sorgere alla contrada “Strettola-Lucito” a circa due chilometri dal centro abitato, impegnando una superficie totale di oltre 7 ettari per una estensione  complessiva di fabbricati pari 8 mila metri quadrati a più piani.   L’anzidetto progetto prevede sette nuclei salutari completamente autonomi ma sostanzialmente comunicanti, ad eccezione, dei servizi comuni della piscina, del verde pubblico e della struttura direzionale. A parte quello citato per i malati di Alzheimer, le altre strutture previste sono : Disabili (30 posti); Disturbi del comportamento alimentare (30 p.) ; Neuropsichiatria infantile (10 p.); appartamenti medicalizzati per anziani autosufficienti (18 p.); Ludopatia e disturbi d’ansia (15 p.); Centro famiglia o casa per la vita (45 p). Come già scritto, il “Villaggio” in parola dovrà sorgere alla contrada “Strettola-Lucito” a circa due chilometri dal centro abitato, impegnando una superficie totale di oltre 7 ettari per una estensione  complessiva di fabbricati pari 8 mila metri quadrati a più piani. Come si ricorderà tra i vantaggi accordati in convenzion ai rignanesi residenti, oltre al 40% della manodopera generica e specializzata, ci sono:  l’ingresso gratuito nelle strutture sociali (Chiesa, ecc.); la frequentazione della piscina terapeutica per due volte  alla settimana; il carico da parte delle impresa della spesa per la pulitura dei terreni. Tanto vale anche  per le Opere di Urbanizzazione primarie e secondarie. Altresì sono previste: la frequentazione gratuita dell’Auditorium; la copertura finanziaria di cinque attività all’anno per il paese; l’uso gratuito di un  appartamento per gli anziani locali. Il resto sarà confermato e comunicato direttamente  domani dal rappresentante della Società. L’assemblea si occuperà anche di altri 5 argomenti, di cui si scriverà a parte. Dunque, gente, accorriamo tutti domani pomeriggio in municipio, per renderci direttamente conto della situazione e dare un’accelerazione in più alla soluzione di un problema che può assicurare un futuro roseo al paese!  

Letto 450 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)
Antonio Del Vecchio

Già funzionario della Regione Puglia in campo culturale, giornalista e pubblicista. Ha diretto vari periodici con scritti a carattere politico e socio – culturale, tra Bari, Foggia e rispettive province.

Dal 1979 ha collaborato e collabora con testate, anche digitali, quali La Gazzetta del Mezzogiorno, l’Attacco, Garganopress, Sanmarcoinlamis.eu, Rignanonews.com.

E’ autore e curatore di parecchi volumi sui beni culturali, sulla storia locale, sull’emigrazione e sulle tradizioni di Rignano, del Gargano, della Puglia e dell'Italia.