Antonio Del Vecchio
07/07/16

Conferenza internazionale sulle tariffe nel trasporto pubblico locale Anche FerGargano tra i promotori dell'evento del 7 e 8 luglio a Bari

BARI. La Puglia si trasforma per due giorni in punto di riferimento mondiale per il trasporto pubblico locale e Bari diventa la capitale di un sistema chiamato a confrontarsi e a rendere visibili le proprie esperienze per migliorare il servizio nei confronti dell’utenza.

Un dibattito che interesserà anche la provincia di Foggia così come voluto dalle Ferrovie del Gargano, tra le società di trasporto promotrici dell’evento. L’evento è dedicato alle tariffe del TPL, che sono in stretta connessione con equilibrio economico dell’impresa, garanzie per il diritto alla mobilità delle categorie svantaggiate, strategie di mercato e di marketing, contratti di servizio, copertura dei costi, innovazione e lotta senza tregua all’evasione tariffaria. Una “due giorni” di vitale importanza per il settore voluta da ASSTRA e UTIP. ASSTRA è l’associazione datoriale, nazionale, delle aziende di trasporto pubblico locale in Italia, sia di proprietà degli enti locali che private. Aderiscono ad ASSTRA le aziende del trasporto urbano ed extraurbano, esercenti servizi con autobus, tram, metropolitane, impianti a fune, tutte le ferrovie locali (non appartenenti a Trenitalia S.p.A) nonché le imprese di navigazione lagunare e lacuale. UTIP è invece una organizzazione mondiale che si occupa di mobilità urbana sostenibile. E’ riconosciuta a livello internazionale per il suo lavoro nel promuovere lo sviluppo di questo settore. E’ anche l'unica rete in tutto il mondo preposta a riunire tutte le parti interessate di trasporto pubblico e tutte le modalità di trasporto sostenibili. A Bari si affronterà il nodo delle tariffe, un argomento che catalizza aspetti fondamentali per il settore TPL anche in provincia di Foggia. Le tariffe rappresentano infatti un punto di equilibrio essenziale tra le problematiche dell’azienda TPL e le politiche sociali degli Enti: equilibrio economico dell’impresa, garanzie per il diritto alla mobilità delle categorie svantaggiate, strategie di mercato e di marketing, contratti di servizio, copertura dei costi, innovazione e lotta senza tregua all’evasione tariffaria. «Sono alcune delle tematiche – ricorda il dott. Vincenzo Germano, direttore generale delle Ferrovie del Gargano – della "due giorni" in cui le aziende di trasporto e anche l'indotto si confronteranno per individuare le criticità e studiare strategie opportune per migliorare la qualità del servizio da proporre ogni giorno ai viaggiatori. Le problematiche ci sono e queste sedi sono i palcoscenici ideali per creare opportuni confronti tra i vettori del trasporto pubblico sul nostro territorio».Guardare oltre i confini di casa è sempre utile, ma avere l’opportunità di conoscere dalla bocca dei protagonisti il meglio che il settore realizza a livello mondiale e nazionale in tema di sistemi tariffari (livelli e strutture tariffarie, regolamentazione tariffaria, regolazione e integrazione, bigliettazione elettronica e sistemi di pagamento, ecc.) è un’occasione imperdibile per la filiera italiana del TPL (operatori, autorità, industria). «La convention internazionale di Bari – aggiunge il dg Germano – ci permetterà di confrontarci con le altre realtà. Uno scambio proficuo di informazioni ma anche progettualità. Noi porteremo il nostro modello e indicheremo le esigenze che il nostro sistema invoca sempre per migliorare la qualità del servizio. Con i nostri interlocutori cercheremo le soluzioni più idonee. Punto di partenza le emergenze, da cui non si può non avviare il dibattito».La prima giornata è incentrata sul confronto internazionale con un ricchissimo programma di interventi; il secondo giorno, uno studio ASSTRA sull’evoluzione delle tariffe in Italia e una ricerca dell’ISFORT (l’Osservatorio su stili e comportamenti di mobilità degli italiani) che affronta il tema della tariffa da una visione socio-economica, faranno da apripista al dibattito politico della tavola rotonda con cui si concluderà il convegno. Il 7 luglio è prevista la traduzione simultanea degli interventi dall’inglese all’italiano e viceversa. Il giorno 8 luglio i lavori si svolgeranno esclusivamente in lingua italiana.

 

C

 

 

S

Letto 504 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)
Antonio Del Vecchio

Già funzionario della Regione Puglia in campo culturale, giornalista e pubblicista. Ha diretto vari periodici con scritti a carattere politico e socio – culturale, tra Bari, Foggia e rispettive province.

Dal 1979 ha collaborato e collabora con testate, anche digitali, quali La Gazzetta del Mezzogiorno, l’Attacco, Garganopress, Sanmarcoinlamis.eu, Rignanonews.com.

E’ autore e curatore di parecchi volumi sui beni culturali, sulla storia locale, sull’emigrazione e sulle tradizioni di Rignano, del Gargano, della Puglia e dell'Italia.