Antonio Del Vecchio
11/06/16

Approvato con voto unanime della maggioranza il bilancio comunale e i suoi collegati, a Rignano Garganico.

Rignano G. Da sx: il sindaco Di Carlo, la segretaria Soccio e il vice Ciavarella Rignano G. Da sx: il sindaco Di Carlo, la segretaria Soccio e il vice Ciavarella

RIGNANO GARGANICO.  Dopo il pareggio di giovedì scorso, approvato questa mattina con il voto unanime dei presenti  il Bilancio Comunale e i suoi collegati, a Rignano Garganico. Ad esprimersi a favore su questo  è stata la maggioranza a quattro del sindaco Vito Di Carlo .

La volta scorsa era assente il decano del gruppo e consigliere delegato, Antonio De Angelis. Lo era per improrogabili impegni di lavoro . Si tratta della stessa  maggioranza che da più di un anno regge le sorti del governo cittadino, dopo l’uscita di scena di Viviana Saponiere, avvocata e coordinatrice di Forza Italia. Quest’ultima, nella precedente seduta, aveva dichiarato ufficialmente le sue tardive dimissioni. A dare da subito battaglia è stato Matteo Nardella  (pure lui ex- maggioranza), invocando la nullità della riunione per vizio di forma, ossia  di convocazione.. Tesi condivisa immediatamente con interventi a ripetizione dai suoi colleghi, la già citata  Saponiere ed Angelo Resta, unico consigliere di “Vivere meglio a Rignano”, compagine sconfitta al secondo turno nell’ultima tornata elettorale. Dentro e fuori la sala pubblico numerosissimo, per lo più  “curioso” di assistere a presunti  “funerali” dell’Amministrazione in carica,  propagandati alla vigilia, tramite il passaparola e i messaggi di face book. Vistisi rintuzzati con argomentazioni legali anche della Soccio, i tre hanno abbandonato immediatamente l’aula. Ritornando all’ordine del giorno, bisogna rilevare subito che nella seduta precedente, si era già deliberato  sul primo punto (comunicazioni, interpellanze, ecc.) e sul secondo punto che riguardava lo scioglimento consensuale della convenzione di segreteria generale tra i Comuni di Vieste – Rignano Garganico. E questo per l’imminente pensionamento della titolare, Marilena Soccio, di cui si scriverà a parte. Entrambi gli argomenti erano passati senza colpo ferire. Riguardo alla cronaca di oggi, ecco in dettaglio le questioni deliberate: conto consuntivo 2015; determinazione del prezzo di cessione  di aree e fabbricati; programma triennale ed elenco annuale dei lavori pubblici; documento unico di programmazione (DUP) per il periodo 2016 -2018;  bilancio di previsione.  Va da se  Gli stessi sono stati trattati e votati a tamburo battente, mentre fuori più capannelli di persone discutevano animatamente con consiglieri di opposizione sopranominato. “ Chi credeva di farci fuori  con accuse fasulle e personalistiche – ha dichiarato a caldo il v.sindaco Michele Ciavarella -  per l’ennesima   volta è stato sbugiardato dai fatti. Tireremo avanti sino alla fine per il bene e lo sviluppo del paese”.

Letto 533 volte Ultima modifica il Sabato, 11 Giugno 2016 10:11
Vota questo articolo
(0 Voti)
Antonio Del Vecchio

Già funzionario della Regione Puglia in campo culturale, giornalista e pubblicista. Ha diretto vari periodici con scritti a carattere politico e socio – culturale, tra Bari, Foggia e rispettive province.

Dal 1979 ha collaborato e collabora con testate, anche digitali, quali La Gazzetta del Mezzogiorno, l’Attacco, Garganopress, Sanmarcoinlamis.eu, Rignanonews.com.

E’ autore e curatore di parecchi volumi sui beni culturali, sulla storia locale, sull’emigrazione e sulle tradizioni di Rignano, del Gargano, della Puglia e dell'Italia.