Antonio Del Vecchio
17/04/16

Gargano Sud: col consorzio intercomunale, amministrazione più stabile per il Piano Sociale di zona

Da dx: Vito Di Carlo, Matteo Stanco, Giuseppe Pizzicoli, Luigi Pompilio, on. Angelo Cera, Elena Lombardi, Per Paolo Gualano e Bonifacio Gravina Da dx: Vito Di Carlo, Matteo Stanco, Giuseppe Pizzicoli, Luigi Pompilio, on. Angelo Cera, Elena Lombardi, Per Paolo Gualano e Bonifacio Gravina

SAN GIOVANNI ROTONDO. Costituito il consorzio intercomunale per la gestione del Piano Sociale di Zona, a San Giovanni Rotondo. Oltre a quest’ultimo, ne fanno parte i vicini centri di San Marco in Lamis, Sannicandro Garganico e Rignano Garganico. Finora l’intera materia assistenziale, come quella domiciliare integrata agli anziani (Adi) era stata gestita dal un coordinamento istituzionale, finito per essere commissariato più volte, per via di incomprensioni e polemiche tra i vari componenti.

La riunione istitutiva per l’insediamento formale e la designazione delle cariche sociali si è svolta l’altra sera presso lo studio della notaia Rosa Giuliani nella città di Padre Pio. A ricoprire la carica di Presidente del Consiglio di Amministrazione è stato indicato il sangiovannese Giuseppe Pizzicoli, mentre a quella assembleare il sindaco di Rignano, Vito Di Carlo. Quest’ultimo centro sarà rappresentato nell’organismo esecutivo da Matteo Stanco, mentre per Sannicandro ci sarà Elena Lombardi e per Sammarco, comune sede, Bonifacio Gravina. “Presto ci metteremo a lavorare – ci ha detto a caldo Di Carlo, per recuperare il tempo perduto ed assicurare al territorio servizi assistenziali efficienti e sufficienti alla bisogna”.  Stanco, giovane da tempo impegnato agli sportelli del CUP, dal canto suo ha dichiarato: “Da subito mettere in pratica, secondo le competenze maturate da ciascuno di noi nel settore, una nuova forma di aggregazione organizzativa e programmatica, in modo da garantire all’utenza, specie alle fasce più deboli, un’assistenza migliore e continuativa”. Spinti da questa idea di rinnovamento e facendo tesoro dell’esperienza passata, il nuovo sodalizio ha ritrovato l’intesa necessaria e la conseguente formulazione giuridica per ripartire e puntare da subito verso una migliore  gestione  dei servizi . Dunque, si apre un’era  nuova  per il  comprensorio, con l’avvio di un servizio assistenziale per davvero integrato in termini di idee e di azione.

 

Letto 701 volte Ultima modifica il Martedì, 19 Aprile 2016 14:20
Vota questo articolo
(0 Voti)
Antonio Del Vecchio

Già funzionario della Regione Puglia in campo culturale, giornalista e pubblicista. Ha diretto vari periodici con scritti a carattere politico e socio – culturale, tra Bari, Foggia e rispettive province.

Dal 1979 ha collaborato e collabora con testate, anche digitali, quali La Gazzetta del Mezzogiorno, l’Attacco, Garganopress, Sanmarcoinlamis.eu, Rignanonews.com.

E’ autore e curatore di parecchi volumi sui beni culturali, sulla storia locale, sull’emigrazione e sulle tradizioni di Rignano, del Gargano, della Puglia e dell'Italia.