Antonio Del Vecchio
24/03/16

Anche Matteo Stanco, rappresentante della GPI, passa alla FISMIC diTonino Zenga

RIGNANO GARGANICO. La GPI di Trento è una azienda che si occupa di servizi informatici per la Asl di Foggia e gestisce i servizi di Prenotazione del Cup e quelli di Elaborazione dati del CED. In questi giorni, circa il 50% dei lavoratori di Foggia, che rispondono al contratto metalmeccanici, hanno scelto di lasciare la Fim Cisl foggiana per passare al sindacato FISMIC trainato da Tonino Zenga.

Il nostro passaggio alla FISMIC è avvenuto in maniera ponderata, proprio guardandoci intorno. - spiega l'Rsa FISMIC della GPI Matteo Stanco - Abbiamo quindi deciso di chiamare Tonino Zenga per ragionare serenamente sui disagi dei lavoratori della GPI Group, che in Capitanata conta circa un'ottantina di dipendenti, tra call center, CUP, centro elaborazione dati CED e servizi informatici vari”. Lo scorso dicembre le organizzazioni sindacali dei lavoratori del Cup avevano manifestato davanti alla Asl in piazza della Libertà, rispetto alcune decisioni dell'azienda. “La FISMIC sta crescendo in modo esponenziale e serio, - spiega Stanco, anche a nome dei suoi colleghi - innanzitutto per le opportunità che dà ai lavoratori iscritti. Ed è per questo che abbiamo deciso di aderire alla FISMIC. Crediamo fortemente nel contratto metalmeccanico e con questo cambiamento abbiamo deciso di far tornare protagonisti i lavoratori e le lavoratrici”.

 

N.B. Comunicato Stampa a firma di Samatha Bernardino  dell’ufficio preposto della FISMIC di Puglia e Basilicata, guidata da Antonio Zenga.

 

Letto 777 volte Ultima modifica il Giovedì, 24 Marzo 2016 11:40
Vota questo articolo
(0 Voti)
Antonio Del Vecchio

Già funzionario della Regione Puglia in campo culturale, giornalista e pubblicista. Ha diretto vari periodici con scritti a carattere politico e socio – culturale, tra Bari, Foggia e rispettive province.

Dal 1979 ha collaborato e collabora con testate, anche digitali, quali La Gazzetta del Mezzogiorno, l’Attacco, Garganopress, Sanmarcoinlamis.eu, Rignanonews.com.

E’ autore e curatore di parecchi volumi sui beni culturali, sulla storia locale, sull’emigrazione e sulle tradizioni di Rignano, del Gargano, della Puglia e dell'Italia.