Antonio Del Vecchio
21/01/16

Ada Soccio, nuovo segretario sezionale del Socialismo Dauno ad Apricena

Apricena. Il neo segretario  del Socialismo Dauno, Ada Soccio Apricena. Il neo segretario del Socialismo Dauno, Ada Soccio

APRICENA. Chi pensa e dice che  il Partito Socialista ha concluso la sua storia vitale con la caduta della Prima Repubblica, potrebbe sbagliarsi di grosso. Spesso sembra  un fuoco che cova sotto le ceneri e si tramanda alle nuove generazioni attraverso il passa parola e il confronto tra il prima e il dopo.  

Soprattutto lo si fa con l’enumerazione dei successi riformistici conquistati in ogni campo durante la stagione del primo Centro-Sinistra: la nazionalizzazione del servizio elettrico (Enel);  lo Statuto dei Lavoratori di Gino Giugni e di Giacomo Brodolini; l’allargamento della fascia scolastica obbligatoria; la riforma universitaria;  l’istituzione del Servizio Sanitario Nazionale; la conquista delle libertà civili: divorzio ed aborto; la riforma della scala mobile, ecc. Ed ancor di più attraverso l’apporto innovatore nelle istituzioni e la presenza – intervento nelle coalizioni sia civiche, sia interpartitiche, spesso a prescindere dagli schieramenti, ormai troppo vicini ed indistinti, tanto da far cadere il distinguo storico tra Destra e Sinistra.  Dunque, a molti sembra, che il ruolo dei Socialisti sia indispensabile ed utile per la ricostituzione di una Sinistra riformatrice, permeata nella sua storia e all’altezza dei compiti che l’attendono in Italia e in Europa. Tanto premesso, ecco la fiamma socialista che brilla in quel di Apricena, di cui riportiamo il comunicato stampa pervenutoci in redazione:  <<Ada Soccio, Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Apricena, è il nuovo Segretario Cittadino del Socialismo Dauno di Apricena. E’ stata eletta all’unanimità dall’Assemblea dei tesserati che si è riunita nei giorni scorsi per designare il nuovo direttivo. Soccio raccoglie l’eredità di Nicola Fusco. Il primo Sindaco non comunista della storia di Apricena, mantiene la carica di Presidente del Circolo Cittadino, lui che in questi anni ha portato i Socialisti Dauni al governo di Apricena con la lista civica “Uniti per Cambiare”, guidata dall’attuale Sindaco Antonio Potenza. La nomina di Soccio a Segretario è stata condivisa dal Segretario Provinciale Pino Lonigro, che nei mesi scorsi aveva sollecitato il rinnovo del Direttivo ad Apricena, apprezzando sin da subito la candidatura della stessa Soccio, con la quale ha già avuto diversi incontri. Ecco le prime parole della neo-segretaria Soccio: “Sono molto orgogliosa e onorata di entrare a far parte di questa famiglia, che già ho avuto modo di conoscere durante la trionfale campagna elettorale per le Amministrative del 2014. Saluto con stima l’amico Nicola Fusco, che rimarrà comunque una guida importante per tutti noi. Il nostro Direttivo è a forte componente femminile, con le quote rosa che sono maggioranza nei quadri dirigenziali. Anche questo è un motivo di orgoglio per il nostro movimento. Ringrazio quanti hanno creduto nelle mie capacità, apprezzando il lavoro svolto già da Amministratrice locale di questo territorio. E un grazie particolare va all’amico Pino Lonigro, che ha creduto subito nella mia persona e nelle capacità di questo rinnovato gruppo dirigente. Insieme a loro affronto questa sfida con grande motivazione e mi metto a disposizione, sin da ora, per raccogliere nella nostra sede le istanze che proverranno dalla Cittadinanza, con particolare attenzione alle fasce più deboli”. Il nuovo Direttivo è così composto: Ada Soccio – Segretario Cittadino; Nicola Fusco – Presidente; Giusy Mariella – Vicepresidente; Nazario Migliore – Segretario amministrativo; Nicla Sassano – Responsabile Organizzazione; Elisabetta Clima – Responsabile Organizzazione >>. Insomma, per concludere, si tratta solo della solita fiammata nostalgica o di un primo  effetto dei “Corsi e ricorsi della storia” di vichiana memoria? Al futuro,  ”l’ardua” risposta - sentenza!

 

Letto 752 volte Ultima modifica il Domenica, 24 Gennaio 2016 10:29
Vota questo articolo
(0 Voti)
Antonio Del Vecchio

Già funzionario della Regione Puglia in campo culturale, giornalista e pubblicista. Ha diretto vari periodici con scritti a carattere politico e socio – culturale, tra Bari, Foggia e rispettive province.

Dal 1979 ha collaborato e collabora con testate, anche digitali, quali La Gazzetta del Mezzogiorno, l’Attacco, Garganopress, Sanmarcoinlamis.eu, Rignanonews.com.

E’ autore e curatore di parecchi volumi sui beni culturali, sulla storia locale, sull’emigrazione e sulle tradizioni di Rignano, del Gargano, della Puglia e dell'Italia.