Antonio Del Vecchio
17/09/15

Istituito il Premio comunale “Apricena dei talenti”. A presto la rassegna ufficiale

Apricena. L'assessore comunale Torelli Apricena. L'assessore comunale Torelli

APRICENA. Parimenti a quanto accade in altri centri della Capitanata, anche l’Amministrazione Comunale di Apricena, ha inteso istituire un Premio da attribuire ai cittadini  che si sono distinti, grazie al loro impegno ed opera,  in Italia e nel mondo, onorando il nome e la comunità d’origine. 

Riportiamo di seguito il comunicato stampa pervenutoci in redazione- <<Un riconoscimento agli Apricenesi residenti fuori città che con la loro opera e attività danno lustro al nostro territorio. L’Amministrazione Comunale istituisce il premio “Apricena dei Talenti”, rassegna che per la sua prima edizione si svolgerà il prossimo 3 ottobre sul piazzale antistante l’ex Carcere, in via Apollo 11. Si è scelta questa location perché contestualmente verrà inaugurata in maniera ufficiale la struttura dell’ex Carcere di Apricena, riqualificata dall’Associazione “IPolli di Pirro” con la collaborazione e il contributo dell’Amministrazione Comunale. “A conclusione del cartellone estivo di eventi – spiega l’Assessore alla Cultura Anna Maria Torelli – abbiamo voluto istituire il premio “Apricenadei Talenti” perché riteniamo opportuno dare visibilità e merito ai tanti nostri Concittadini che, in giro per l’Italia e per il mondo, tengono alto il nome di Apricena”. Il premio, come stabilito nel regolamento, prevede la scelta di alcuni nomi proposti da Cittadini, attraverso una raccolta firme, dalla Giunta stessa e  da Enti senza scopo di lucro. “Per ogni vincitore – sottolinea Torelli – abbiamo previsto l’assegnazione di un dono ricordo realizzato completamente in Madrepietra. È giusto infatti che ogni nostro talento venga premiato con il simbolo della nostra economia nel mondo: la Pietra di Apricena”. Il regolamento per la partecipazione e i moduli per l’adesione sono disponibili a questi link:-  http://www.comune.apricena.fg.it/mc/mc_attachment.php?x=&mc=12721
(Regolamento), - http://www.comune.apricena.fg.it/mc/mc_attachment.php?x=&mc=12721
(Regolamento), - http://www.comune.apricena.fg.it/mc/mc_attachment.php?x=&mc=12722
(Modulo candidatura);- http://www.comune.apricena.fg.it/mc/mc_attachment.php?x=&mc=12723
(Modulo raccolta firme) . “Il premio “Apricena dei Talenti” – va avanti l’Assessore – avrà cadenza
annuale e verrà assegnato a fine estate. Per ogni edizione si potranno premiare fino ad  un massimo di cinque Concittadini”. “È davvero un’ottima iniziativa proposta dall’Assessore Torelli e accolta
con entusiasmo dall’intera maggioranza”, sottolinea il Sindaco Antonio Potenza. “Siamo inoltre felici di far coincidere la manifestazione con l’inaugurazione dell’ex Carcere, una struttura che rappresentava il maggiore spreco della storia di Apricena e che invece diventa finalmente fruibile per la Cittadinanza, grazie alla nostra Amministrazione e all’Associazione “I Polli di Pirro”. Per l’occasione si esibiranno alcuni gruppi e musicisti della nostra Città”. “Inoltre – ricorda Potenza – inviteremo le massime autorità di Pubblica Sicurezza del nostro territorio, che potranno vedere con i loro occhi il grande lavoro fatto da questi ragazzi con il nostro supporto. Abbiamo ridato ad Apricena una struttura mai entrata in funzione, che da spreco di denaro pubblico si è trasformata in risorsa. E questo è un motivo d’orgoglio per tutta la Collettività”, conclude il Primo Cittadino.

Letto 570 volte Ultima modifica il Giovedì, 17 Settembre 2015 12:09
Vota questo articolo
(0 Voti)
Antonio Del Vecchio

Già funzionario della Regione Puglia in campo culturale, giornalista e pubblicista. Ha diretto vari periodici con scritti a carattere politico e socio – culturale, tra Bari, Foggia e rispettive province.

Dal 1979 ha collaborato e collabora con testate, anche digitali, quali La Gazzetta del Mezzogiorno, l’Attacco, Garganopress, Sanmarcoinlamis.eu, Rignanonews.com.

E’ autore e curatore di parecchi volumi sui beni culturali, sulla storia locale, sull’emigrazione e sulle tradizioni di Rignano, del Gargano, della Puglia e dell'Italia.